Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Appalti pubblici – Aggiornamenti normativi e giurisprudenziali e prassi operativa

  • Le Linee Guida ANAC in corso di revisione o di prima emanazione
  • Gli istituti del Codice nelle più recenti letture giurisprudenziali
  • Criticità della gara per operatori economici e stazioni appaltanti
  • Peculiarità dei settori speciali e delle imprese pubbliche

Roma, 12, 13 e 14 giugno 2018

Marriott Grand Hotel Flora

Via Vittorio Veneto, 191

Contenuti dell’evento

Ad un anno dall’emanazione del Decreto Legislativo correttivo del Codice dei contratti pubblici, le tre giornate di studio organizzate da Paradigma costituiranno l’occasione per approfondire e provare a sistematizzare i risultati dell’attività di attuazione e di implementazione dei principali istituti della materia, condotta, su più piani e nell’ambito dei rispettivi ruoli e funzioni, da ANAC e AGCM, dalla giurisprudenza amministrativa, da stazioni appaltanti e operatori economici.

Verranno innanzitutto esaminati, con un’ampia trattazione gli adeguamenti che ANAC ha apportato (o, in qualche caso, sta ancora apportando) alle Linee Guida già emanate ante Decreto correttivo, e i contenuti di quelle di “prima” emanazione, nonché le caratteristiche e il grado di vincolatività delle stesse.

Si forniranno poi approfondimenti, a partire dai più recenti orientamenti della giurisprudenza, su alcuni degli ambiti più controversi di applicazione del Codice.

Nell’ambito della prassi operativa, particolare attenzione verrà dedicata al tema dei gravi illeciti professionali, (oggetto anch’esso, peraltro, di Linee Guida ANAC), valutabili dalla stazione appaltante per l’eventuale esclusione del concorrente dalla gara, con specifica disamina delle opportune misure che gli operatori economici debbono assumere, anche sul piano organizzativo interno, per eliminare o almeno ridurre sensibilmente il rischio che le dichiarazioni ex art. 80 si tramutino in potenziali “mine” sul percorso che dovrebbe condurle alle fasi successive della procedura di affidamento.

Di questi e di altri aspetti cruciali della materia sarà effettuata, a beneficio di stazioni appaltanti e operatori economici, ampia e approfondita trattazione, con il prezioso contributo di alcuni tra i più autorevoli esperti della materia, primi tra i quali due Presidenti di Sezione del Consiglio di Stato: il Pres. Luigi Maruotti, Presidente della Sez. VI; e il Pres. Roberto Chieppa, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato e attuale Segretario Generale dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Autorità particolarmente attiva, negli ultimi anni, sul fronte del contrasto delle condotte anticoncorrenziali nel mercato degli appalti pubblici, con tutti gli strumenti messi a sua disposizione dall’ordinamento.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai Responsabili Gare e agli Uffici Legali e Acquisti degli operatori economici; a tutte le stazioni appaltanti e in particolare ai loro Uffici Gare, Appalti e Approvvigionamenti, nonché ai loro Uffici Tecnici; a tutti i professionisti e consulenti che operano nell’ambito delle procedure a evidenza pubblica e a quanti, più in generale, abbisognano di un approfondimento mirato della tematica degli appalti pubblici.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è fornire agli operatori del settore un quadro il più possibile aggiornato e dettagliato della disciplina degli appalti pubblici e della sua applicazione in concreto, dedicando particolare attenzione ai profili di maggiore criticità e favorendo il confronto tra docenti e partecipanti per l’individuazione delle più utili soluzioni operative con riguardo agli stessi.

I partecipanti disporranno di un adeguato aggiornamento delle proprie competenze professionali che consentirà loro di improntare ai più opportuni criteri operativi la propria azione.

Prima giornata
Martedì 12 giugno 2018

LINEE GUIDA E ORIENTAMENTI ANAC E ULTERIORI PROVVEDIMENTI ATTUATIVI DEL CODICE

Le Linee Guida ANAC n. 4 sugli affidamenti sotto soglia
I parametri di valore da assumere come riferimento per gli affidamenti “sotto soglia”
La gestione degli affidamenti sotto soglia tra margini di azione autonoma delle singole stazioni appaltanti e vincoli di acquisto centralizzato
L’art. 36 Codice appalti così come rivisto dal D. Lgs. correttivo: le possibilità di ricorso all’affidamento diretto
L’aggiudicazione al prezzo più basso sotto soglia, tra ambiguità del dettato normativo e chiarimenti ANAC “su richiesta” del MIT: applicabilità “a prescindere” dalla procedura
Le Linee Guida ANAC n. 4 aggiornate al D. Lgs. Correttivo approvate in versione aggiornata il 1° marzo 2018: le novità in tema di rotazione degli inviti e degli affidamenti e di verifiche sull’affidatario scelto senza gara, nonché con riguardo all’effettuazione degli inviti in caso di esclusione automatica delle offerte anormalmente basse; il Parere del CdS n. 361/2018
Avv. Danilo Tassan Mazzocco
SZA Studio Legale

Il RUP e la commissione giudicatrice tra Codice, Linee Guida ANAC e altre recenti novità normative: nomina, compiti, rapporti interni
L’individuazione del RUP
Le modalità e le tempistiche di nomina del RUP
I requisiti per il conferimento dell’incarico e le integrazioni effettuate dalle Linee Guida ANAC
Le incompatibilità
La nomina del RUP a membro della commissione di gara e la novità di cui al comma 4, art. 77 del Codice
I principali compiti del RUP
La professionalizzazione del ruolo del RUP e l’opportunità di creare una struttura a supporto della sua attività
L’aggiornamento delle Linee Guida ANAC n. 3 sul RUP (Deliberazione n. 1007 dell’11/10/2017)
Il RUP nei settori speciali e le distinzioni applicative previste dal Codice e rilevate dalla stessa ANAC nelle Linee Guida n. 3
I casi di obbligatorietà della commissione
L’esenzione prevista per i soggetti di cui al comma 13 dell’art. 77 del Codice (e le “ovvie” conferme giurisprudenziali, tra cui TAR Lombardia-Brescia, Sez. II, Sent. n. 1360/2017)
I casi in cui è possibile attingere all’ Albo dei commissari presso l’ANAC limitatamente alla scelta del Presidente
I motivi ostativi alla nomina in qualità di commissario
Il nuovo adempimento per le stazioni appaltanti di cui al comma 9, art. 77 del Codice
L’atto di nomina dei commissari e del Presidente
Il Decreto Ministeriale del MIT del 12 febbraio 2018 pubblicato sulla G.U. n. 88 del 16 aprile 2018 sulla determinazione della tariffa di iscrizione all’albo dei componenti delle commissioni giudicatrici e relativi compensi
I rapporti tra commissione e RUP (o responsabile della procedura di gara)
L’aggiornamento delle Linee Guida ANAC n. 5 “Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici” (Deliberazione n. 4 dell’10/01/2018)
Avv. Danilo Tassan Mazzocco
SZA Studio Legale

Le Linee Guida ANAC n. 9 sul monitoraggio del PPP
Efficacia giuridica
Il monitoraggio in alcuni settori speciali regolamentati
La funzione del monitoraggio
L’allocazione del rischio contrattuale e i criteri di monitoraggio
Il contratto di PPP nelle Linee Guida
Avv. Giuliano Berruti
NCTM Studio Legale Associato

La proposta di Linee Guida ANAC sugli affidamenti dei concessionari ex art. 177, comma 1, del Codice
La ratio del limite
L’obbligo di affidare, a decorrere dal 19 aprile 2018, almeno l’80% di lavori, servizi e forniture relativi alla concessione, da parte delle società titolari di concessioni non ottenute con procedura selettiva
Il diverso tetto valevole per i concessionari autostradali
Le deroghe rispetto all’obbligo de quo
Il problema della determinazione del valore dei contratti sui quali calcolare l’80%
Le conseguenze del mancato rispetto dei limiti imposti
Prof. Avv. Marco Macchia
Università di Roma Tor Vergata

La revisione delle Linee Guida ANAC n. 2 sull’OEPV dopo il correttivo e il Parere del CdS n. 966/2018
Analisi del testo definitivo approvato da ANAC con Delibera del Consiglio n. 424 del 2 maggio 2018
Dott. Claudio De Masi
Italferr


Seconda giornata

Mercoledì 13 giugno 2018

Le Linee Guida ANAC n. 8 sulle procedure negoziate senza bando per forniture e servizi ritenuti infungibili
Le fattispecie di cui all’art. 63 che legittimano l’affidamento “semplificato” in condizioni di oggettiva limitazione o inesistenza di concorrenza
Il contenuto delle Linee Guida ANAC n. 8 (approvate con Determinazione n. 950 del 13/09/2017) sulle procedure negoziate senza bando e il parere del CdS sulle medesime n. 1703/2017)
Il tema dell’infungibilità in ambito sanitario: il Comunicato del Presidente ANAC del 28/3/2018
Il tema dell’infungibilità per gli acquisti ICT
Il tema del lock-in e la sua particolare rilevanza nell’ambito degli appalti ICT
Le osservazioni AGCM sul DM 14 maggio 2010 (Statuto del Cineca) e la questione del codice sorgente
La Comunicazione della Commissione UE del 25 giugno 2013 contro il lock in nell’ICT
Il parere AGCM AS1470 del 29 gennaio 2018, rivolto al MEF, relativo alle bozze del bando e del disciplinare di gara per l’affidamento della fornitura multibrand di licenze software, sottoscrizioni, rinnovo del servizio di manutenzione e dei servizi connessi per le Pubbliche Amministrazioni: l’esistenza di criticità concorrenziali nelle condizioni di partecipazione
Prof. Avv. Francesco Cardarelli
Università di Roma Foro Italico

Le Linee Guida n. 1 aggiornate al D. Lgs. correttivo sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria e il Bando tipo 3 in consultazione
I requisiti per poter concorrere all’affidamento degli incarichi e il regime degli affidamenti
Le procedure utilizzabili
L’applicazione ai servizi di ingegneria e di architettura dell’offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo: le indicazioni contenute nell’Allegato 1 al Bando tipo
Avv. Adriano Cavina
Legal Research Studio Legale

Il Regolamento sulle modalità di svolgimento delle funzioni del Direttore dei Lavori e del Direttore dell’Esecuzione (DM n. 49/2018)
I compiti del Direttore dei Lavori preliminarmente alla scelta del contraente o alla sottoscrizione del contratto
I compiti del Direttore dei Lavori nella fase di esecuzione dei lavori: in particolare, il compito di proporre al RUP modifiche e varianti
La consegna dei lavori
La contabilità
Le riserve
I compiti del Direttore dei lavori in fase di ultimazione dei lavori e di collaudo
Il ruolo e i compiti del Direttore dell’Esecuzione del Contratto in fase preliminare, in fase di esecuzione e in fase di conclusione del contratto
Prof. Avv. Mariano Protto
Università di Torino

Il documento ANAC in consultazione relativo alle Linee Guida sull’istituzione del rating di impresa e sul connesso sistema di premialità
Avv. Daniela Anselmi
Anselmi & Associati Law Lab

Il documento ANAC in consultazione relativo alle Linee Guida sulla disciplina delle clausole sociali
Individuazione delle “clausole sociali”: le clausole di stabilità occupazionale, le clausole di assorbimento e le clausole di equo trattamento
L’art. 50 del nuovo Codice dei contratti pubblici così come riformulato dal Decreto correttivo
L’art. 177, comma 1 del Codice e l’obbligo di previsione di clausole sociali negli appalti affidati da società titolari di una concessione in forza di un titolo diverso dalle procedure ad evidenza pubblica
L’interpretazione dell’art. 177, comma 1 fornita da ANAC (Delibera n. 856/2016)
L’art. 1, comma 1, lettere fff) e ggg) della Legge delega (Legge 28 gennaio 2016, n. 11)
La ricostruzione sistematica operata dal Consiglio di Stato (Sez. III, Sent. 30/3/2016 n. 1255)
La nozione di “specifica identità di impresa” introdotta dalla Legge europea 2015-16 idonea a escludere il passaggio diretto del personale in capo all’operatore economico subentrante nell’appalto
I contenuti del documento ANAC in consultazione
Avv. Daniela Anselmi
Anselmi & Associati Law Lab

QUESTIONI DI SPECIFICO INTERESSE PER I SETTORI SPECIALI

TAR Toscana, Sez. I, Sent. n. 510/2018: applicazione, “sotto soglia”, dei regolamenti interni da parte delle imprese pubbliche e esclusione dell’obbligo di motivazione quando questi prevedono l’aggiudicazione al prezzo più basso
I contratti sotto soglia nei settori speciali: disciplina per amministrazioni aggiudicatrici e imprese pubbliche
Prof. Avv. Alessandro Botto
LUISS Guido Carli

La strumentalità rispetto all’attività svolta nei settori speciali ai fini dell’individuazione degli appalti “estranei” in due recenti pronunzie
TAR Toscana, Sez. I, Sent. n. 508/2018
CGUE, Sez. IX, Sent. 19 aprile 2018 sulla controversia C-152/17
Prof. Avv. Alessandro Botto
LUISS Guido Carli


Terza giornata

Giovedì 14 giugno 2018

QUESTIONI DI PARTICOLARE ATTUALITÀ NELLA PRASSI OPERATIVA

Compliance d’impresa e partecipazione alle gare: gli assetti idonei a prevenire contestazioni per le dichiarazioni rese ex art. 80 Codice appalti
La necessità di valutare periodicamente le posizioni relative ai soggetti indicati al comma 3 dell’art. 80, onde evitare esclusioni ai sensi dei primi due commi dello stesso articolo e, laddove necessario, apprestare gli opportuni rimedi
I chiarimenti di cui al Comunicato del Presidente ANAC dell’8/11/2017
I gravi illeciti professionali e Linee Guida ANAC n. 6 così come emendate dopo il “Correttivo appalti” 2017 (Deliberazione del Consiglio n. 1008 dell’11 ottobre 2017)
La verifica delle posizioni soggettive rilevanti anche ai fini della possibile esclusione per fattispecie ricomprese nel comma 5, lettera c dell’art. 80
Le misure idonee per beneficiare del self cleaning per i reati di cui al comma 1 e per i gravi illeciti professionali di cui al comma 5 lettera c: le indicazioni esemplificative di ANAC nelle Linee Guida n. 6
Il particolare caso degli illeciti antitrust: le conseguenze del relativo accertamento sui contratti in corso di esecuzione e sulle future gare
I benefici derivanti dall’adesione a programmi di compliance – leniency, tanto nell’ottica della riduzione delle sanzioni antitrust, quanto ai fini del self-cleaning
Lo Schema di Linee Guida AGCM sulla compliance antitrust in consultazione dal 20 aprile
Pres. Roberto Chieppa
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

La prevenzione delle interferenze criminali attraverso gli istituti di diritto amministrativo e le ricadute delle informative interdittive antimafia nella più recente giurisprudenza
La verifica antimafia
La documentazione antimafia (e i relativi effetti)
L’A. P. CdS n. 3/2018 e l’ordinanza di rimessione CdS, Sez.V, n. 4078/2017: l’idoneità dell’interdittiva a impedire alla S.A. il pagamento somme di denaro dovute, a titolo di risarcimento del danno, all’impresa che ne sia colpita
Le white list
I protocolli di legalità
I patti di integrità
I protocolli di Vigilanza Collaborativa tra ANAC e singole stazioni appaltanti e il Regolamento ANAC in materia approvato il 28 giugno 2017
Le misure straordinarie art. 32, D. L. n. 90/2014 e le relative Linee Guida ANAC
La tracciabilità dei flussi finanziari: l’aggiornamento al Decreto Legislativo Correttivo del Codice appalti delle Linee Guida ANAC sulla tracciabilità dei flussi finanziari ex art.3 L. n. 136/10
Pres. Luigi Maruotti
Consiglio di Stato

La regolarità “sostanziale” dell’appalto: analisi delle strategie di gara dei concorrenti per individuare -e contrastare- alterazioni del confronto concorrenziale
La collusione tra operatori economici
I rischi di “spartizione” negli appalti articolati in lotti
Dott. Berardino Cesi
Università di Roma “Tor Vergata”

Le problematiche operative del subappalto, in attesa di un assetto eurounitariamente compatibile della relativa disciplina
La questione pregiudiziale sollevata alla CGUE dal TAR Lombardia-Milano, Sez. I, Ord. n. 148/2018
Gli ulteriori profili oggetto dell’esposto ANCE alla Commissione Europea:
• l’obbligo di ATI verticale per le categorie super-specialistiche;
• il tetto al ribasso, per le prestazioni affidate in subappalto, entro il 20% dei prezzi risultanti dall’aggiudicazione;
• il divieto di ribasso sui costi della manodopera relativi alle prestazioni affidate in subappalto;
• l’obbligo del pagamento diretto del subappaltatore in caso di micro o piccola impresa, sia in caso di appalto sia di concessioni;
• l’obbligo di indicazione della terna dei subappaltatori, sia in caso di appalto sia di concessioni;
• l’eliminazione della possibilità per l’appaltatore di qualificarsi anche attraverso i lavori affidati in subappalto
Le criticità applicative della normativa vigente nelle more delle decisioni sul fronte UE
La scelta della stazione appaltante di valorizzare con l’attribuzione di un punteggio aggiuntivo, in sede di valutazione dell’offerta tecnica, il minor ricorso o il mancato ricorso al subappalto (TAR Piemonte, Sez. I, Sent. n. 578/2018)
Prof. Avv. Claudio Guccione
P&I – Studio Legale Guccione e Associati

La verifica dell’anomalia dell’offerta in relazione al costo della manodopera (con annesse problematiche relative al contratto applicato) e la verifica di congruità dei costi della sicurezza indicati indicati in offerta: la Sentenza TAR Bolzano n. 299/17 e ulteriori approfondimenti giurisprudenziali
Il contenuto prescrittivo degli artt. 30, comma 4 e 105, comma 9 del Codice dei contratti pubblici
La Sent. Corte di Giustizia UE IV Sezione del 17 novembre 2015 sulla legittimità dell’imposizione dell’applicazione di un salario minimo
L’impossibilità di accettare, in sede di verifica di anomalia ex art. 97 comma 6, giustificazioni “in relazione a trattamenti salariali minimi inderogabili stabiliti dalla legge o da fonti autorizzate dalla legge”
L’indicazione, richiesta all’operatore economico in sede di offerta, circa i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali per l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza (art. 95, comma 10 del Codice contratti pubblici)
La distinzione, in materia di costi della sicurezza, tra quelli relativi a rischi da “interferenze” e quelli relativi a “rischi propri”
La verifica di congruità dei costi della sicurezza indicati (art. 97, comma 5, lettera c Codice contratti pubblici)
La questione dell’inammissibilità del soccorso istruttorio con riferimento agli oneri della sicurezza, alla luce degli ultimi sviluppi giurisprudenziali (CdS, Sez. III, Sent. n. 30/2017; CGUE, Sez. VI, Ordinanza del 10/11/2016 resa con riferimento a C-140/16, C-697/15 e C-162/16; CdS, A.P. n. 19/2016)
Avv. Dante Micalella
Bucchi & Micalella Studio Legale

Pres. Roberto Chieppa
Segretario Generale
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Pres. Luigi Maruotti
Presidente VI Sezione
Consiglio di Stato

Avv. Daniela Anselmi
Anselmi & Associati Law Lab

Avv. Giuliano Berruti
Partner
NCTM Studio Legale Associato

Prof. Avv. Alessandro Botto
Docente di Diritto dei Contratti Pubblici
LUISS Guido Carli di Roma
Legance Avvocati Associati

Prof. Avv. Francesco Cardarelli
Associato di Istituzioni di Diritto Pubblico
Università di Roma Foro Italico
Studio Legale Lattanzi Cardarelli Avvocati

Avv. Adriano Cavina
Legal Research Studio Legale

Dott. Berardino Cesi
Ricercatore di Scienza delle Finanze
Università di Roma “Tor Vergata”

Dott. Claudio De Masi
UO Legale
Italferr

Prof. Avv. Claudio Guccione
Docente di Diritto delle Opere Pubbliche
Sapienza Università di Roma
P&I – Studio Legale Guccione e Associati

Prof. Avv. Marco Macchia
Associato di Diritto Amministrativo
Università di Roma Tor Vergata

Avv. Dante Micalella
Bucchi & Micalella Studio Legale

Prof. Avv. Mariano Protto
Ordinario di Diritto Amministrativo
Università di Torino

Avv. Danilo Tassan Mazzocco
Studio Legale SZA

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione include la consegna del materiale didattico in formato elettronico, la partecipazione alle colazioni di lavoro e ai coffee breaks, la possibilità di presentare direttamente ai relatori domande e quesiti di specifico interesse.

 

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei posti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e in ogni caso prima dell’effettuazione dell’intervento formativo tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma SpA – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco Popolare Società Cooperativa
IBAN IT 78 Y 05034 01012 000000001359

Verrà spedita via email fattura quietanzata intestata secondo le indicazioni fornite.

Formazione finanziata

La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione.

Attestato di frequenza e crediti formativi

Al termine dell’intervento formativo sarà rilasciato ai partecipanti che hanno regolarmente preso parte ai lavori l’attestato di partecipazione nominativo. Il rilascio dei relativi crediti formativi è subordinato alla approvazione degli Ordini Professionali. Lo stato degli accreditamenti sarà periodicamente aggiornato.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o qualora si verifichi di fatto con la mancata presenza al corso, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma SpA, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma SpA. Paradigma SpA si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione dei programmi e sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni o necessità è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all´indirizzo di posta elettronica info@paradigma.it.

Quota aula

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate
€ 2.850 + Iva tre giornate

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 22 maggio si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Crediti formativi
È stata presentata richiesta di accreditamento all’Ordine degli Avvocati di Roma.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L´adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa che non abbia compiuto il 35° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma SpA opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 35

Dati per la fatturazione

Dati per la fatturazione elettronica PA

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma SpA, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma SpA sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma SpA, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma SpA per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma SpA. Lei potrà esercitare i diritti di cui all’articolo 7 del D. Lgs. n. 196/2003 (accesso, integrazione, correzione, opposizione, cancellazione) inviando una richiesta scritta a Paradigma SpA con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod.3.4 rev. 2 del 25/05/2018

Data

Inizio
12 giugno 2018 ore 9:00
Fine
14 giugno 2018 ore 17:30
ORARIO
09.00 - 13.30 14.30 - 17.30

Sede

Roma, 12, 13 e 14 giugno 2018
Marriott Grand Hotel Flora
Via Vittorio Veneto, 191

INFO

Angela Siniscalchi
Telefono
011538686
Email
asiniscalchi@paradigma.it

ISCRIVITI

Condividi