Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

L’in house providing

  • Direttiva UE 2014/24,  Codice appalti 2016
    e Decreto Madia sulle società pubbliche
  • Linee Guida ANAC  n. 7
    sull’elenco degli affidamenti
    aggiornate al “Correttivo appalti”
  • Controlli della Corte dei Conti
    e responsabilità erariale

Roma, 17 aprile 2018

Marriott Grand Hotel Flora

Via Vittorio Veneto, 191

Contenuti dell’evento

Nel corso della giornata di studio sarà offerto un ampio e approfondito quadro del fenomeno giuridico dell’in house providing.

Saranno scandagliati, con l’ausilio di autorevoli esperti, tutti gli aspetti normativi e giurisprudenziali che caratterizzano l’attività degli enti, anche non societari, titolari di affidamenti diretti riconducibili a tale genus.

Costituiranno oggetto di particolare approfondimento:

– le nuove Linee Guida ANAC sull’elenco degli affidamenti in house, aggiornate dopo il Decreto Correttivo al Codice dei Contratti Pubblici e il parere reso dal Consiglio di Stato sulle medesime;

– l’applicativo di ANAC per l’iscrizione all’elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che effettuano affidamenti diretti nei confronti di propri organismi partecipati e le FAQ predisposte dall’ANAC a seguito della predisposizione dell’applicativo (22/1/2018);

– la natura e gli effetti dell’iscrizione all’elenco ANAC;

– i controlli dell’AGCM sull’atto deliberativo di costituzione di società a partecipazione pubblica o di acquisto di partecipazioni in società già costituite da parte di amministrazioni

pubbliche e i poteri di cui essa dispone per impedire l’illegittima autoproduzione di beni e servizi;

-l’azione della Corte dei Conti sulle società in house, tanto in termini di controllo sui rapporti tra enti conferenti e società affidatarie, quanto in termini di sindacato giurisdizionale, specie per quanto riguarda la responsabilità degli amministratori per il mancato esercizio del controllo analogo;

– le prospettive per le società affidatarie dirette di servizi pubblici locali, dopo il mancato esercizio della delega per il riordino della relativa disciplina che era stato conferito al Governo con la Legge n. 124/15.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto a dirigenti e funzionari di tutti gli enti e le società in house, nonché agli amministratori, ai direttori generali, ai dirigenti e funzionari di tutti gli enti pubblici che hanno in essere affidamenti diretti verso società pubbliche, nonché ai liberi professionisti operanti nei settori del diritto societario e del diritto amministrativo.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è fornire ai partecipanti un quadro dettagliato e completo della disciplina dell’in house providing e delle sue declinazioni nella prassi.

 

Roma, martedì 17 aprile 2018

La disciplina del fenomeno giuridico dell’ “in house providing” nel D. Lgs. n. 175/2016
La definizione di società in house di cui all’art. 2, c. 1, lett. o) del D. Lgs. n. 175/2016
Le attività individuate dall’art. 4 c. 4 del D. Lgs. n. 175/2016
I profili della disciplina dell’in house providing comuni a T.U. società partecipate e Codice dei Contratti Pubblici
Recente giurisprudenza in ordine al carattere non eccezionale della scelta del modello in house per la gestione di servizi pubblici locali di rilevanza economica: CdS, Sez. III, Sent. n. 4902/2017 (conforme a CdS, Sez. III, Sent. n. 257/2015)
Il requisito dell’attività prevalente:
– i chiarimenti della Corte di Giustizia (CGUE, Sez. IV, Sentenza 08/12/2016 n° C-553/15) in seguito al rinvio pregiudiziale del Consiglio di Stato (Ord. Sez. V n. 4793/2015);
– la Sent. CdS Sez. V n. 4030/2017 (Pres. Severini, Estensore Contessa);
– il limite quantitativo in ordine allo svolgimento dell’attività prevalente e l’integrazione apportata dal comma 3 bis del “Correttivo partecipate”
Il controllo analogo e le relative modalità di acquisizione
I controlli dell’AGCM sull’atto deliberativo di costituzione di una società a partecipazione pubblica o di acquisto di partecipazioni in società già costituite da parte di amministrazioni
pubbliche (art. 5 D. Lgs. n. 175/16) e i poteri per impedire l’illegittima autoproduzione di beni e servizi
Pres. Roberto Chieppa
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Il regime giuridico degli affidamenti in house secondo il Codice dei Contratti Pubblici
Le società in house nelle Direttive UE 2014 e nel Codice appalti 2016
L’in house pluripartecipato e il controllo analogo congiunto: la recente Sent. CdS Sez. V n. 182/18 (Pres. Caringella, Estensore Contessa)
L’in house invertito
L’in house a cascata
La sedes materiae nel Codice così come modificato dal Decreto correttivo: le disposizioni generali di cui all’art. 5 e il regime speciale degli affidamenti in house di cui all’art. 192
L’istituzione dell’elenco degli affidamenti diretti a società in house presso ANAC
Le Linee Guida n. 7 di ANAC sull’istituzione dell’elenco aggiornate alle previsioni del Decreto correttivo (Delibera n. 951 del 20 settembre 2017)
I pareri resi dal Consiglio di Stato sul primo schema di Linee Guida ANAC (n. 282 del 1° febbraio 2017) e su quello “post correttivo” (n. 1940 del 5 settembre 2017)
La natura giuridica dell’iscrizione delle società in house nell’elenco presso ANAC
Analisi dei requisiti e dei controlli richiesti
La disponibilità on line, dal 15/1/2018, dell’applicativo di ANAC per l’iscrizione all’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che effettuano affidamenti diretti nei confronti di propri organismi partecipati
Le FAQ predisposte dall’ANAC a seguito della predisposizione dell’applicativo (22/1/2018)
Cons. Claudio Contessa
Consiglio di Stato

L’affidamento in house a società con partecipazione di privati
La principale novità delle Direttive appalti 2014: la possibilità di affidamento diretto a società in house con presenza di quote minoritarie di privati (che non comportino controllo o potere di veto e non conferiscano loro influenza determinante sulle decisioni): la società “blandamente” partecipata
L’integrazione apportata dal “Correttivo appalti” all’art. 5, c. 1, lettera c) del Codice dei Contratti Pubblici
Le modalità di individuazione del socio privato della società “blandamente” partecipata e la natura dello stesso: socio di conferimento o socio operativo?
Prof. Avv. Marco Macchia
Università di Roma Tor Vergata

L’atto di segnalazione ANAC n. 4 del 29 novembre 2017 avente ad oggetto “le società in house delle amministrazioni dello Stato e il controllo analogo alla luce dell’art. 9, comma 1” del D. Lgs. n. 175/2016
Prof. Avv. Marco Macchia
Università di Roma Tor Vergata

La Corte dei Conti e le società in house
Le responsabilità degli amministratori e dirigenti dell’Ente socio per il mancato esercizio del controllo analogo
La responsabilità erariale degli amministratori della società
I controlli e le verifiche della Corte dei Conti riguardo ai rapporti fra Ente locale e società in house
Cons. Massimiliano Atelli
Corte dei Conti

Cons. Massimiliano Atelli
Pubblico Ministero
Procura Regionale della Toscana
Corte dei Conti

Pres. Roberto Chieppa
Segretario Generale
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Cons. Claudio Contessa
Consigliere V Sezione
Consiglio di Stato

Prof. Avv. Marco Macchia
Associato di Diritto Amministrativo
Università di Roma Tor Vergata

Quota di partecipazione in aula

La quota di partecipazione in aula include la consegna del materiale didattico in formato elettronico, la partecipazione alla colazione di lavoro e ai coffee breaks, la possibilità di presentare direttamente ai relatori domande e quesiti di specifico interesse.

Quota di partecipazione in videoconferenza

La quota di partecipazione in videoconferenza include l’invio del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di presentare ai relatori domande e quesiti di specifico interesse a mezzo chat.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

È possibile accedere all’evento formativo attraverso il proprio personal computer o il proprio tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma tecnologica utilizzata da Paradigma non necessita infatti di requisiti tecnici particolari e non richiede di installare alcun software.

Alcuni giorni prima dell’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno del convegno basterà selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante la lezione, oltre a vedere e sentire il docente sarà possibile visionare simultaneamente le slides di supporto appositamente predisposte.

Oltre che ascoltare il relatore e seguire la presentazione, ogni utente collegato potrà inoltre porre domande e quesiti su tematiche di specifico interesse a mezzo chat, alle quali il relatore risponderà al termine della relazione.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei posti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e in ogni caso prima dell’effettuazione dell’intervento formativo tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma SpA – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco Popolare Società Cooperativa
IBAN IT 78 Y 05034 01012 000000001359

Verrà spedita via email fattura quietanzata intestata secondo le indicazioni fornite.

Formazione finanziata

La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza e crediti formativi

Al termine dell’intervento formativo sarà rilasciato ai partecipanti che hanno regolarmente preso parte ai lavori l’attestato di partecipazione nominativo. Il rilascio dei relativi crediti formativi è subordinato alla approvazione degli Ordini Professionali. Lo stato degli accreditamenti sarà periodicamente aggiornato.

Si precisa che la partecipazione in videoconferenza non permette il riconoscimento dei crediti formativi professionali

Diritto di recesso e modalità di disdetta

È attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o qualora si verifichi di fatto con la mancata presenza al corso, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma SpA, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma SpA. Paradigma SpA si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione dei programmi e sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni o necessità è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo di posta elettronica info@paradigma.it.

Quota aula

€ 1.100 + Iva

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 27 marzo si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Crediti formativi
È stata presentata richiesta di accreditamento all’Ordine degli Avvocati di Roma. L’accreditamento non è previsto per la partecipazione in videoconferenza.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa che non abbia compiuto il 35° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Mercati elettronici della PA

Paradigma SpA opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 35

Dati per la fatturazione

Dati per la fatturazione elettronica PA

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma SpA, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma SpA sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma SpA, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma SpA per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma SpA. Lei potrà esercitare i diritti di cui all’articolo 7 del D. Lgs. n. 196/2003 (accesso, integrazione, correzione, opposizione, cancellazione) inviando una richiesta scritta a Paradigma SpA con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod.3.4 rev. 2 del 25/05/2018

Data

17 aprile 2018

Orario

09.00 - 13.00 14.30 - 16.30

Sede

Roma, 17 aprile 2018
Marriott Grand Hotel Flora
Via Vittorio Veneto, 191

ISCRIVITI

Condividi