Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Responsabile Unico del Procedimento (RUP)

  • Requisiti e modalità di nomina
  • Formazione e professionalità
  • Compiti e rapporti con altri soggetti
  • Adempimenti di fase dell’affidamento
  • Obblighi di comunicazione e segnalazione
  • Responsabilità

Roma, 19 settembre 2018

Marriott Grand Hotel Flora

Via Vittorio Veneto, 191

Contenuti dell’evento

Con la Determinazione n. 1007 dell’11 ottobre 2017, il Consiglio dell’ANAC ha provveduto all’aggiornamento delle Linee Guida n. 3 recanti “Nomina, ruolo e compiti del Responsabile Unico del Procedimento per l’affidamento di appalti e concessioni”.

Il provvedimento fa seguito alle recenti modifiche introdotte dal Decreto Correttivo (D.Lgs. n. 56/2017), e segna una fondamentale battuta d’arresto sulla figura del RUP alla quale sono ora ricondotte le principali funzioni di governo inerenti all’intero ciclo di vita dell’affidamento.

La centralità del RUP è rimarcata dall’ANAC laddove sottolinea che il medesimo «deve essere dotato di competenze professionali adeguate all’incarico da svolgere» con riferimento a tutte le fasi che tradizionalmente caratterizzano le procedure evidenziali: programmazione, progettazione, selezione del contraente, stipula del contratto e verifica dell’aggiudicazione, esecuzione e rendicontazione del contratto.

Il legislatore ha altresì mostrato particolare alla formazione professionalizzante del RUP, richiedendo alle stazioni appaltanti di assicurare adeguati percorsi formativi, da somministrare periodicamente.

La giornata di studio vuole dunque approfondire, trasversalmente e in maniera quanto più analitica, il tracciato normativo e di prassi che disciplina il RUP, con particolare riguardo agli adempimenti operativi facenti capo al medesimo, evidenziandone autonomia e limiti, anche rispetto agli altri soggetti che intervengono nel processo di approvvigionamento (soggetti aggregatori, organo di indirizzo politico, dirigente/responsabile di struttura, progettista, commissione giudicatrice sino al direttore dei lavori/dell’esecuzione, etc.).

L’analisi degli adempimenti relativi alle varie fasi dell’affidamento sarà accompagnata da puntuali riflessioni sui versanti dei flussi informativi (obblighi di comunicazione e segnalazione) e delle responsabilità del singolo e dell’Ente di appartenenza.

Destinatari dell’evento

L´evento formativo è rivolto a tutte le Stazioni Appaltanti (PA propriamente intese, enti di diritto privato a rilevanza pubblicistica ed ulteriori soggetti tenuti all’applicazione del Codice), con particolare riferimento ai RUP, agli Uffici Gare, Appalti e Approvvigionamenti e agli Uffici Tecnici nonché a tutti i professionisti e consulenti che operano nell’ambito delle procedure a evidenza pubblica.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell´incontro è fornire un quadro ampio e dettagliato dei requisiti di nomina, delle funzioni e delle responsabilità del RUP alla luce del nuovo quadro di disciplina della contrattualistica pubblica (appalti e concessioni). Saranno fornite ai partecipanti indicazioni pratiche utili ad aggiornare le proprie competenze professionali e a improntare ad adeguati criteri operativi la propria azione, anche in termini di esonero di responsabilità. L’evento offre ai partecipanti l’opportunità di condividere dubbi e difficoltà applicative della disciplina con il Cons. Claudio Contessa, magistrato della Sezione V del Consiglio di Stato e tra i massimi esperti italiani di contrattualistica pubblica.

Roma, mercoledì 19 settembre 2018

La figura del RUP alla luce del nuovo quadro normativo e di prassi: requisiti di professionalità e nomina
Il RUP nell’ambito della governance degli affidamenti pubblici anche alla luce del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti
Le Linee Guida ANAC n. 3 (Determinazione n. 1007 dell’11 ottobre 2017), come aggiornate a seguito del Decreto Correttivo (D. Lgs. n. 56/2017) e dei rilievi del Consiglio di Stato (Parere n. 2040 del 15 settembre 2017): struttura, efficacia e aspetti innovativi
I presupposti e le modalità di nomina del RUP: l’impossibilità per la stazione appaltante di reperire soggetti in possesso dei requisiti professionali richiesti dalla legge e dalla prassi di riferimento
La competenza ad adottare l’atto di nomina, la culpa in eligendo e in vigilando
I requisiti di professionalità del RUP in relazione alla tipologia, alla complessità e all’importo dell’affidamento: il problema del bilanciamento tra il necessario inquadramento giuridico e la professionalità tecnica posseduta
La formazione obbligatoria del RUP: la valorizzazione delle competenze di pianificazione, programmazione, gestione, monitoraggio e controllo
L’obbligo di adeguata formazione in materia di project management: ambito di applicazione, nuova norma UNI 11648 e ulteriori standard di riferimento
Le cause di incompatibilità e la casistica di eventuale coincidenza tra il RUP e il progettista e tra il RUP e il direttore dei lavori/direttore dell’esecuzione
Le relazioni tra RUP, dirigente/responsabile del servizio e apicali dell’Ente di appartenenza
L’unità organizzativa del RUP e la costituzione di una struttura stabile a supporto
Il RUP e i consulenti esterni “a supporto”: il riparto di responsabilità

I compiti del RUP nelle fasi di programmazione e progettazione
L’attività di proposta e rendicontazione dei dati utili alla redazione degli atti programmatori (programma triennali dei lavori pubblici, programma biennale di beni e servizi, etc.)
I nuovi strumenti di programmazione e progettazione: quadro esigenziale, documento di fattibilità delle alternative progettuali e capitolato prestazionale
L’attività di verifica, controllo e coordinamento nelle fasi di programmazione e progettazione
La gestione dei momenti di consultazione degli operatori economici e le relazioni con gli stakeholder

I compiti del RUP nelle fasi di selezione del contraente, verifica dei requisiti e stipulazione del contratto
La verifica della documentazione amministrativa ad opera del RUP o sotto l’attività di coordinamento e controllo
Il RUP quale componente della commissione giudicatrice: gli effetti del nuovo comma 4, art. 77 del Codice e le Linee Guida ANAC n. 5
La verifica delle offerte anormalmente basse per i diversi criteri di aggiudicazione (minor presso e offerta economicamente più vantaggiosa)
Il potere del RUP di adottare, in via autonoma, provvedimenti di ammissione ed esclusione dei concorrenti anche alla luce della prassi di ANAC (Bandi tipo n. 1 e 2) e della Legge n. 241/1990
La predisposizione della proposta di aggiudicazione e gli ulteriori adempimenti del RUP prodromici alla stipulazione del contratto

I compiti del RUP nelle fasi di esecuzione e rendicontazione del contratto
L’interazione con gli altri soggetti dell’esecuzione
Le attività di controllo e vigilanza in fase di avvio e in corso di esecuzione
La verifica della qualità delle prestazioni e gli adempimenti connessi ai pagamenti
Gli incidenti in fase di esecuzione: modifiche e varianti contrattuali, penali per il ritardato adempimento, risoluzione in danno, formule risarcitorie, etc.
La gestione delle riserve, l’accordo bonario e gli ulteriori strumenti di definizione delle liti in sede di esecuzione

Il RUP e gli obblighi di trasparenza, comunicazione e segnalazione

Le responsabilità del RUP e i rischi assicurabili
Inquadramento delle responsabilità del RUP in rapporto al ruolo e alle funzioni del medesimo negli appalti e nelle concessioni
La “posizione di garanzia” in capo al RUP e in particolare le responsabilità penali e contabili in fattispecie commissive mediante omissione, con particolare riferimento all’obbligo giuridico di impedire l’evento
La responsabilità disciplinare anche in relazione alla violazione delle misure di prevenzione della corruzione e all’inadempimento degli obblighi in materia di trasparenza amministrativa
Il rischio assicurabile
Le responsabilità del RUP per eventuali infortuni dei lavoratori
Le specifiche responsabilità del RUP nel partenariato pubblico-privato
I rapporti con il responsabile dell’unità organizzativa competente in relazione all’intervento
L´effetto delega traslativo della “posizione di garanzia” (scissione tra posizione originaria e successiva o permanenza di una posizione di garanzia in capo all’obbligato primario)

Cons. Claudio Contessa

Supremo Magistrato amministrativo del Consiglio di Stato e Membro dell’Adunanza Plenaria e dell’Adunanza Generale.

Già Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Consigliere giuridico inter alia del Ministero per le Politiche Comunitarie e del Ministero dello Sviluppo Economico e Dirigente Servizio Concorrenza, Aiuti di Stato e Fiscalità presso Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento politiche comunitarie.

Quota di partecipazione in aula

La quota di partecipazione in aula include la consegna del materiale didattico in formato elettronico, la partecipazione alla colazione di lavoro e ai coffee breaks, la possibilità di presentare direttamente al relatore domande e quesiti di specifico interesse.

Quota di partecipazione in videoconferenza

La quota di partecipazione in videoconferenza include l’invio del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di presentare ai relatori domande e quesiti di specifico interesse a mezzo chat.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’evento formativo attraverso il proprio personal computer o il proprio tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma tecnologica utilizzata da Paradigma non necessita infatti di requisiti tecnici particolari e non richiede di installare alcun software.

Alcuni giorni prima dell’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno del convegno basterà selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante la lezione, oltre a vedere e sentire il docente sarà possibile visionare simultaneamente le slides di supporto appositamente predisposte.

Oltre che ascoltare il relatore e seguire la presentazione, ogni utente collegato potrà inoltre porre domande e quesiti su tematiche di specifico interesse a mezzo chat, alle quali il relatore risponderà al termine della relazione.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei posti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e in ogni caso prima dell’effettuazione dell’intervento formativo tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma SpA – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco Popolare Società Cooperativa
IBAN IT 78 Y 05034 01012 000000001359

Verrà spedita via email fattura quietanzata intestata secondo le indicazioni fornite.

Formazione finanziata

La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza e crediti formativi

Al termine dell’intervento formativo sarà rilasciato ai partecipanti che hanno regolarmente preso parte ai lavori l’attestato di partecipazione nominativo. Il rilascio dei relativi crediti formativi è subordinato alla approvazione degli Ordini Professionali. Lo stato degli accreditamenti sarà periodicamente aggiornato.

Si precisa che la partecipazione in videoconferenza non permette il riconoscimento dei crediti formativi professionali

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o qualora si verifichi di fatto con la mancata presenza al corso, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma SpA, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma SpA. Paradigma SpA si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione dei programmi e sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni o necessità è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all´indirizzo di posta elettronica info@paradigma.it.

Quota aula

€ 1.100 + Iva

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 29 agosto si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L´adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa che non abbia compiuto il 35° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Mercati elettronici della PA
Paradigma SpA opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 35

Dati per la fatturazione

Dati per la fatturazione elettronica PA

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma SpA, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma SpA sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma SpA, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma SpA per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma SpA. Lei potrà esercitare i diritti di cui all’articolo 7 del D. Lgs. n. 196/2003 (accesso, integrazione, correzione, opposizione, cancellazione) inviando una richiesta scritta a Paradigma SpA con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod.3.4 rev. 2 del 25/05/2018

Data

19 settembre 2018

Orario

09.00 - 13.30 14.30 - 18.00

Sede

Roma, 19 settembre 2018
Marriott Grand Hotel Flora
Via Vittorio Veneto, 191

INFO

Angela Siniscalchi
Telefono
011538686
Email
asiniscalchi@paradigma.it

ISCRIVITI

Condividi