Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Affidamenti in house e motivazione del mancato ricorso al mercato

Le nuove Linee Guida ANAC e recenti orientamenti giurisprudenziali

I docenti, nel corso dell’evento formativo, risponderanno alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo asorba@paradigma.it

Evento in videoconferenza

7 maggio 2021

Contenuti dell’evento

Nel corso della giornata di studio sarà offerto un approfondito esame del tema degli affidamenti in house, con un particolare focus sulle Linee Guida ANAC in consultazione fino al 31 marzo prossimo.

Saranno analizzate, con l’ausilio di autorevoli esperti, le singole parti delle Linee Guida, in modo da supportare adeguatamente, nella loro corretta applicazione, gli operatori cui sono destinate.

L’approfondimento non potrà prescindere dal contesto generale nel quale le Linee Guida stanno vedendo la luce, ossia quello di una giurisprudenza che sembra meno incline, rispetto al recente passato, a riconoscere alla scelta di optare per l’in house providing lo status di soluzione del tutto equivalente rispetto al ricorso al mercato, tentando piuttosto di ricondurre il fenomeno ad una condizione di eccezionalità che necessita di adeguate basi istruttorie e motivazionali.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto prioritariamente ai dirigenti e ai funzionari dell’area partecipazioni sociali e dell’area contratti pubblici degli enti pubblici che hanno in essere affidamenti diretti verso società in house, nonché ai dirigenti e ai funzionari di tutti gli enti e le società in house e ai liberi professionisti operanti nei settori del diritto societario e del diritto amministrativo.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è fornire ai partecipanti una disamina puntuale delle Linee Guida ANAC sull’in house providing, nonché un’esaustiva ricostruzione del quadro normativo e giurisprudenziale e delle problematiche più discusse in materia nell’attuale fase.

Venerdì 7 maggio 2021

SESSIONE INTRODUTTIVA

Il fenomeno dell’in house providing tra prescrizioni normative e orientamenti delle Autorità di regolazione
La definizione di società in house di cui all’art. 2, c. 1, lett. o) del D. Lgs. n. 175/2016
Le attività individuate dall’art. 4 c. 4 del D. Lgs. n. 175/2016
L’in house providing nel Codice dei Contratti Pubblici: le disposizioni generali di cui all’art. 5 e il regime speciale degli affidamenti in house di cui all’art. 192
I profili della disciplina dell’in house providing comuni a T.U. società partecipate e Codice dei contratti pubblici
Il requisito dell’attività prevalente e il limite quantitativo in ordine allo svolgimento di tale attività
Il controllo analogo (cenni)
L’in house pluripartecipato
L’in house invertito
L’in house a cascata
I controlli dell’AGCM sull’atto deliberativo di costituzione di una società a partecipazione pubblica o di acquisto di partecipazioni in società già costituite da parte di amministrazioni pubbliche (art. 5 D. Lgs. n. 175/16) e i poteri per impedire l’illegittima autoproduzione di beni e servizi
L’elenco degli affidamenti diretti a società in house presso ANAC e le Linee Guida n. 7 (cenni)

Prof. Avv. Alessandro Botto
LUISS Guido Carli di Roma

Il punto sulla recente giurisprudenza in materia di affidamenti in house
La Sentenza CGUE 6 febbraio 2020 (cause C-89/19 e C-91/19): la compatibilità eurounitaria della preclusione, operata dal diritto nazionale, all’acquisto, da parte di un’amministrazione, delle quote di una società in house già partecipata da altri soggetti, se avulso da un contesto di acquisizione del controllo analogo congiuntamente agli altri soci; la compatibilità eurounitaria della scelta del legislatore nazionale di imporre specifiche limitazioni all’affidamento in house di un servizio da parte di un’amministrazione aggiudicatrice
La sentenza della Corte Costituzionale n. 100/2020 sulla legittimità costituzionale dell’art. 192, comma 2 del Codice dei contratti pubblici
La sentenza del TAR Liguria n. 680/2020, emessa dal giudice a quo del giudizio di costituzionalità anzidetto, e la conferma dell’illegittimità dell’affidamento diretto a società in house senza previa valutazione della maggior convenienza dello stesso rispetto alle alternative che prevedono un coinvolgimento del mercato
Gli effetti di “sistema”: verso una stagione di minore favor nei confronti dell’in house providing e il superamento della tesi (pur eurounitariamente non infondata) dell’equipollenza assoluta tra le forme di affidamento? Indizi convergenti: CdS, Sez. V, Sentt. n. 681/2020 e 6460/2020

Pres. Luigi Carbone
Consiglio di Stato

LE LINEE GUIDA ANAC “INDICAZIONI IN MATERIA DI AFFIDAMENTI IN HOUSE DI CONTRATTI AVENTI AD OGGETTO SERVIZI DISPONIBILI SUL MERCATO IN REGIME DI CONCORRENZA”

Contesto di partenza e finalità dell’intervento regolatorio di ANAC

L’accertamento della presenza sul mercato del servizio da affidare
Modalità di accertamento “congrue e proporzionate” rispetto al valore dell’affidamento: chiarimenti
L’utilizzo di consultazioni preliminari di mercato, di strutture di supporto al RUP, di esperti interni o esterni per affidamenti particolarmente rilevanti in termini di valore economico o di durata
Le consultazioni preliminari di mercato: svolgimento in conformità alle indicazioni fornite con le Linee Guida ANAC n. 14
L’estensione dell’indagine in ordine alla disponibilità di offerta anche da parte di eventuali esecutori al momento non in grado di offrire il servizio: obbligo o scelta discrezionale?
La scelta di ANAC di circoscrivere l’ambito delle sue Linee Guida ai soli servizi: oneri motivazionali meno intensi per lavori e forniture?

La valutazione sulla congruità economica dell’offerta della società in house
Parametri utilizzabili: prezzi di riferimento elaborati dall’ANAC; prezzi delle convenzioni Consip; elenchi di prezzi definiti mediante l’utilizzo di prezzari ufficiali; prezzi medi risultanti da gare bandite per l’affidamento di servizi identici o analoghi oppure costo del servizio determinato alla luce di tutti i costi necessari alla produzione; ulteriori informazioni attingibili

Avv. Daniela Anselmi
Anselmi & Associati Law Lab

La valutazione di congruità economica nel caso di servizi pubblici locali offerti dai soggetti di cui all’articolo 1, comma 550 della L. n. 147/2013, e la valutazione mediante “valorizzazione economica dell’attività svolta” nel caso di organismo in house che sia ente strumentale per lo svolgimento di funzioni istituzionali:

● profili economici

Dott. Ivo Allegro
Iniziativa

● profili giuridici

Avv. Daniela Anselmi
Anselmi & Associati Law Lab

La motivazione con riferimento ai benefici per la collettività della forma di gestione prescelta, anche con riferimento agli obiettivi di universalità e socialità, di efficienza, di economicità e di qualità del servizio ottimale impiego delle risorse pubbliche

Soggetti e tempi della valutazione; chiarimenti in ordine alle sue caratteristiche (concretezza, riscontrabilità, controllabilità, intellegibilità e pregnanza sotto il profilo della convenienza, non solo economica, della scelta)

L’atto formale contenente l’esplicitazione della motivazione: delibera o, nel caso di affidamento di ss.pp.ll., relazione di cui al D.L. n. 179/2012, art. 34, comma 20: esempi concreti

Le conseguenze dell’omessa o insufficiente motivazione o comunque di una non corretta valutazione da parte della stazione appaltante
Illegittimità dell’affidamento: sindacato del giudice amministrativo e relative ricadute sul piano operativo
Responsabilità amministrativa e contabile del soggetto deputato alla scelta
Conseguenze ai fini della qualificazione della stazione appaltante ex articolo 38 del Codice dei Contratti Pubblici
Possibilità per l’ANAC di esercitare i poteri di cui all’articolo 211, commi 1-bis e 1-ter, del Codice dei Contratti Pubblici
Ininfluenza del mancato rispetto degli oneri motivazionali ai fini del mantenimento dei requisiti di iscrizione all’Elenco delle amministrazioni che operano affidamenti in house di cui all’articolo 192, comma 1, del Codice

Avv. Marco Martinelli
Gianni & Origoni

Pres. Luigi Carbone
Presidente di Sezione
Consiglio di Stato

Dott. Ivo Allegro
Partner e Responsabile Transaction Services
Iniziativa

Avv. Daniela Anselmi
Anselmi & Associati Law Lab

Prof. Avv. Alessandro Botto
Docente di Diritto dei Contratti Pubblici
LUISS Guido Carli di Roma
Legance Avvocati Associati

Avv. Marco Martinelli
Gianni & Origoni

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include la consegna del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di sottoporre ai relatori quesiti di specifico interesse a mezzo chat. E’ altresì possibile anticipare domande e richieste di approfondimento inviando una email a asorba@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via email all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’intervento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT 78 Y 05034 01012 000000001359

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’intervento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo email info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 16 aprile si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019

Data

7 Maggio

Orario

09.00 – 09.30 Accesso alla piattaforma 09.30 – 13.30 14.30 – 17.00

INFO

Angela Siniscalchi
Telefono
011538686
Email
asiniscalchi@paradigma.it

ISCRIVITI

Condividi