Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Aggiornamenti in materia di smart working

  • La proroga dello smart working semplificato
  • La statuizione normativa dell’obbligo di disconnessione
  • Lo smart working nell’ambito delle strategie ESG
  • I controlli
  • Salario di produttività e profili fiscali

I docenti, nel corso dell’evento formativo, risponderanno alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo asorba@paradigma.it

Evento in videoconferenza

30 giugno 2021

Contenuti dell’evento

L’evento mira ad approfondire i principali aspetti e le implicazioni concrete, sul piano giuridico, organizzativo e delle politiche di sostenibilità dell’impresa, dello smart working.

La messa a sistema dell’esperienza fin qui maturata, e la creazione dei presupposti per rendere tale modalità di svolgimento della prestazione sempre più efficiente e in grado di incrementare, oltre alla produttività del lavoro, anche il benessere dei lavoratori e l’efficacia delle politiche di sostenibilità ambientale e sociale delle singole organizzazioni, rappresentano le sfide dei prossimi mesi e dei prossimi anni per tutte le imprese, le pubbliche amministrazioni, le libere professioni e più in generale per la società italiana, nel suo proiettarsi verso un mondo del lavoro in cui le nuove tecnologie e i criteri ESG avranno un ruolo sempre più preponderante.

La recente introduzione, a livello normativo (D.L. n. 30/2021), di una specifica prescrizione in materia di diritto alla disconnessione, costituirà l’occasione per valutare l’opportunità/necessità di adeguamento a tale novità di accordi e policies già in essere presso le varie organizzazioni che avevano già adottato lo smart working prima della pandemia o che si sono comunque attrezzate, nell’ultimo anno, per renderlo “stabile” anche per il futuro.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai Direttori del Personale, ai Responsabili dell’Area Risorse Umane, ai Responsabili Salute e Sicurezza e del Benessere organizzativo e a tutte le figure aziendali che possano essere interessate dell’applicazione della disciplina sullo smart working, nonché agli avvocati giuslavoristi, ai consulenti del lavoro e agli esperti di organizzazione aziendale.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è fornire ai partecipanti un quadro quanto più possibile completo, aggiornato ed esauriente della cornice normativa e dei profili organizzativi dello smart working, considerandone adeguatamente le esternalità positive e negative che la prassi applicativa ha evidenziato.

Mercoledì 30 giugno 2021

Proroga dello smart working emergenziale
Lo smart working emergenziale nel quadro della normativa generale sul lavoro agile: fenomeni giuridici sovrapponibili o “contaminazione” giuridica tra fattispecie distinte?
Smart working semplificato e previsioni dei protocolli tra parti sociali stipulate durante la pandemia
La gestione del personale aziendale nel periodo di perduranza dello smart working semplificato
Diritti vs. doveri, poteri vs. obblighi nello smart working d’emergenza
Uno sguardo al futuro: eventuale configurabilità di un obbligo, per il datore di lavoro, di contemplare lo smart working tra le misure di sicurezza aziendali per la gestione di emergenze sanitarie di carattere generale o particolare
Avv. Annalisa Reale
Chiomenti

Smart working “post pandemia” e relativa definizione negoziale
Gli accordi collettivi e individuali sullo smart workinq quale elemento regolatorio indefettibile dello smart working “a regime”
I contenuti necessari degli accordi e l’eterointegrazione delle previsioni di legge: l’effettivo spazio lasciato all’autonomia contrattuale in materia di smart working
L’art. 2, comma 1-ter del D.L. n. 30/2021: la previsione espressa del diritto alla disconnessione, l’equivoca formulazione prescelta in ordine alla compatibilità dello stesso con accordi esistenti e periodi di reperibilità concordati
Valutazione della necessità di una “manutenzione” degli accordi esistenti alla luce del nuovo dato normativo sulla disconnessione
La “clausola di protezione” adoperata dal legislatore a presidio del diritto alla disconnessione: il divieto di discriminazione del lavoratore che se ne avvale
Il versante delle possibili responsabilità datoriali: le eventuali patologie contratte dallo smart worker impossibilitato a disconnettersi rendono necessario tracciare e conservare, in chiave “difensiva”, i dati sulla presenza del lavoratore davanti al device di lavoro?
Prof. Avv. Arturo Maresca
Sapienza Università di Roma

Lo smart working all’interno delle politiche ESG dell’organizzazione
Smart working e politiche di sostenibilità ambientale: la riduzione (o la soppressione) degli spostamenti non indispensabili; l’utilizzo di locali aziendali meno dispendiosi sul piano energetico; l’opzione “coworking”; la scelta dei devices di lavoro sulla base del relativo impatto ambientale
Smart working e sostenibilità sociale: le molteplici chiavi di lettura del fenomeno, dalla conciliazione dei tempi vita/lavoro alla promozione di un “mercato aziendale” del lavoro più aperto e inclusivo, idoneo ad agevolare la partecipazione lavorativa femminile e delle persone a ridotta capacità motoria
Le evidenze documentali delle ricadute ESG dello smart working: gli atti aziendali nei quali ricostruire benefici attesi e risultati
Avv. Livio Bossotto
Allen & Overy Studio Legale Associato
Dott. Luca Merlo
Wabtec Corporation

Smart working ed evoluzione digitale dello svolgimento della prestazione lavorativa: il grado di pervasività dei controlli compatibile con lo Statuto dei lavoratori e la normativa data protection
I controlli a distanza nello Statuto dei lavoratori
Le prescrizioni GDPR applicabili
I controlli nelle Linee Guida WP29 su privacy e rapporto di lavoro
Le previsioni rilevanti contenute nella Linee Guida EDPB sulla sorveglianza mediante dispositivi video
Avv. Fabio Valerini
Studio Legale Valerini

Misurazione della performance e salario di produttività nello smart working
Dott. Diego Paciello
Toffoletto De Luca Tamajo e Soci

Problematiche fiscali connesse allo smart working
I principi generali di tassazione del reddito di lavoro dipendente
Regime fiscale di eventuali strumenti di lavoro messi a disposizione dal datore per lo svolgimento della prestazione in smart working
Regime fiscale dei rimborsi per le spese sostenute dallo smart worker alla luce della recente prassi dell’Agenzia delle entrate
Attività lavorativa svolta in smart working da parte del personale espatriato: profili di fiscalità domestica ed internazionale
Avv. Giuseppe Marianetti
Studio Tributario e Societario – Deloitte

Cybersicurezza e protezione degli asset aziendali
Le misure di sicurezza, tecniche e organizzative (informative, procedure, regole per lavorare da casa sicuri)
Cybersecurity: strumenti per un corretto smart working
I rischi di breach di dati nel lavoro smart
Come far convergere misure aziendali di smart working e cyber verso l’obiettivo della tutela dei segreti aziendali (know how etc)
Processi NIS e cybersecurity
Avv. Flavia Terenzi
Rödl & Partner

Policies di smart working, tra modelli standard e soluzioni “tailor made”: esperienze a confronto
Avv. Enrico Barraco
Studio Legale Barraco

 

Introduce e coordina i lavori

Avv. Giuseppe Carmine Pinelli
Avvocato in Milano

Avv. Enrico Barraco
Founding Partner
Studio Legale Barraco

Avv. Livio Bossotto
Responsabile
Dipartimento Labour & Privacy
Allen & Overy Studio Legale Associato

Prof. Avv. Arturo Maresca
Ordinario di Diritto del Lavoro
Sapienza Università di Roma

Avv. Giuseppe Marianetti
Partner
Studio Tributario e Societario – Deloitte

Dott. Luca Merlo
HRBP Transit Operations
Wabtec Corporation

Dott. Diego Paciello
Responsabile Area Fiscale, Welfare, Compensation and Benefits
Toffoletto De Luca Tamajo e Soci

Avv. Annalisa Reale
Partner
Responsabile Dipartimento Diritto del Lavoro
Chiomenti

Avv. Flavia Terenzi
Senior Associate
Rödl & Partner

Avv. Fabio Valerini
Professore a Contratto di Diritto Processuale Civile
Università di Roma Tor Vergata
Studio Legale Valerini

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include la consegna del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di sottoporre ai relatori quesiti di specifico interesse a mezzo chat. E’ altresì possibile anticipare domande e richieste di approfondimento inviando una email a asorba@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via email all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’intervento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT14V0503401017000000002530

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’intervento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo email info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 9 giugno si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019