Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Forum Responsabilità degli enti (D. Lgs. n. 231/01)

Novità normative, giurisprudenza e nuove Linee Guida di Confindustria

  • I nuovi reati rilevanti e la costruzione dei MOG
  • Il giudizio di idoneità del Modello e dell’Organismo di Vigilanza
  • Sicurezza sul lavoro, riciclaggio ed emergenza COViD-19
  • Il rapporto dei Modelli con altri sistemi di compliance
  • Organizzazione dei presidi e dei controlli
  • Whistleblowing

I docenti, nel corso dell’evento formativo, risponderanno alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo info@paradigma.it

Evento in videoconferenza

20 e 21 ottobre 2022

Contenuti dell’evento

Il Forum è stato progettato nell’ottica di fornire ai partecipanti un approfondimento sulle principali novità in tema di responsabilità degli enti derivanti dagli ultimi aggiornamenti del D. Lgs. n. 231/2001, dall’evoluzione giurisprudenziale e di prassi.

La trattazione delle due giornate di studio affronterà – in via trasversale – i principali ambiti di attenzione del panorama 231, con particolare riferimento alle novità normative (nuovi reati rilevanti quali i reati tributari e frodi IVA, i delitti in materia di mezzi di pagamento diversi dai contanti ed i reati control il patrimonio culturale), agli impatti sul sistema 231 derivanti dall’emergenza Covid-19 soprattutto in termini di tutela della sicurezza del lavoro e di prevenzione del riciclaggio, alla corruzione ed alle relative misure di controllo, al whistleblowing, ai reati presupposto a valere su privacy, data breach e cyber security e più in generale alla costruzione del Modello 231, con un focus particolare sugli ultimi arresti giurisprudenziali in tema di idoneità dei Modelli e degli Organismi di Vigilanza.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai componenti dell’OdV, ai Responsabili dell’Ufficio Legale e della Segreteria Societaria, ai Responsabili dell’Audit e della Compliance, ai Responsabili Anticorruzione, ai Responsabili della Prevenzione e Protezione, nonché ai professionisti che operano in questo settore.

Obiettivi dell’evento

L’incontro si propone di analizzare gli strumenti di protezione per le imprese e per i propri vertici attraverso il necessario adeguamento dei Modelli, il corretto inquadramento delle fattispecie di reato, le precauzioni organizzative e operative. La possibilità di confrontarsi con i maggiori esperti nazionali su queste tematiche offre una opportunità unica di aggiornamento professionale e un vantaggio competitivo per la propria azienda.

Prima giornata
Giovedì 20 ottobre 2022

Lo stato dell’arte sulla “231” e i reati contro il patrimonio culturale
I reati contro il patrimonio culturale di cui all’art. 25-septiesdecies del D. Lgs. n. 231/2001
Il reato riciclaggio di beni culturali, devastazione e saccheggio di beni culturali e paesaggistici di cui all’art. 25-duodevicies del D. Lgs. n. 231/2001
Soggetti interessati ed attività potenzialmente a rischio
Presidi di controllo ed aggiornamento del Modello
I controlli dell’ODV
Avv. Guglielmo Giordanengo
Studio Giordanengo Avvocati Associati

Il giudizio di merito sul sistema di compliance 231
La funzione del Modello e il ruolo dell’ODV ai fini dell’esclusione della responsabilità dell’ente
La valutazione sull’idoneità del Modello, l’accertamento e la verifica dell’operatività dell’ODV alla luce della più recente giurisprudenza (cfr. da ultimo sentenza Cass. 23401/2022; Cass. 18413/2022)
Cons. Ciro Santoriello
Procura della Repubblica di Torino

Organismo di Vigilanza e rapporti con altri organi e funzioni di controllo
Il ruolo dell’OdV alla luce della più recente giurisprudenza (cfr. tra le altre le sentenze Trib. Milano 7 aprile 2021 e Trib. Vicenza 17 giugno 2021)
La programmazione e l’esecuzione dell’attività di vigilanza e i flussi informativi da e verso l’OdV
La gestione delle segnalazioni verso l’OdV
Il coinvolgimento dell’OdV nelle decisioni strategiche dell’ente
Le sinergie e le sovrapposizioni tra OdV, Funzione Compliance e Collegio Sindacale nel sistema dei controlli interni dell’ente (cfr. Linee Guida Confindustria)
Attribuzione al Collegio Sindacale delle funzioni di OdV e rapporto tra OdV e Collegio Sindacale
La corretta impostazione del rapporto tra Amministratori, apicali e OdV
Le responsabilità dell’OdV (es. penale, antiriciclaggio, civile, etc.)
Avv. Francesco Sbisà
BonelliErede
Avv. Emanuela Spinelli
BonelliErede

Reati tributari: aggiornamento del Modello 231 e soluzioni operative
I soggetti interessati, i processi sensibili e la mappatura dei rischi
I protocolli e le misure di controllo da implementare
I controlli dell’Organismo di Vigilanza
Avv. Marco Moretti
Legalitax Studio Legale e Tributario

L’integrazione del Modello 231 con altri sistemi di compliance
Le Linee Guida di Confindustria e la rilevanza delle stesse nella redazione del Modello 231
I sistemi di certificazione (ISO 9001, ISO 14001, ISO 27001, ISO 37001, ISO 37301, ISO 45001)
La nuova norma ISO 37301:2021 “Compliance Management Systems – Requirements with guidance for use”
Il rapporto della ISO 37301 con il Modello 231 e la compliance aziendale integrata
La compliance ESG e i rischi correlati ai fattori ambientali, sociali e di governo d’impresa: la definizione di presidi di controllo in ottica di prevenzione del rischio reato e di sostenibilità
Dott. Alessandro Cerboni
ASSOCOMPLIANCE

La compliance in tema di privacy e gli impatti sul sistema 231
Illeciti privacy e ricadute ex D. Lgs. n. 231/2001 anche alla luce delle novità introdotte dal D. Lgs. n. 101/2018
La definizione di un sistema di presidi a tutela della sicurezza e della integrità dei dati personali e sinergie con il Modello 231
Posizione dell’ODV ai fini del GDPR e trattamento dei dati in tema di whistleblowing alla luce dei provvedimenti e delle decisioni del Garante della privacy
Avv. Maurizio Monterisi
Legalitax Studio Legale e Tributario

Il sistema di compliance e le responsabilità 231 nelle società e nei gruppi
Il sistema di compliance 231 nell’ambito dei sistemi di controllo aziendale
Il rapporto del Modello 231 con gli adeguati assetti organizzativi ai sensi dell’art. 2086 cod. civ..
Il Modello 231 e l’OdV nei gruppi di imprese
I gruppi multinazionali e la gestione delle branch italiane e delle controllate estere di società italiane
La responsabilità ex D. Lgs. n. 231/2001 nei gruppi di imprese e la nozione di interesse di gruppo
Avv. Andrea Milani
Studio Legale Milani Avvocati Associati

 

Seconda giornata
Venerdì 21 ottobre 2022

Sicurezza del lavoro e sistema 231 alla luce dell’emergenza sanitaria COViD-19: responsabilità del datore di lavoro, appalti, smart working e lavoro all’estero
La mappatura dei rischi di reati 231 diretti e indiretti potenzialmente riconnessi all’emergenza COViD-19 e i protocolli anti-contagio
Il contagio del lavoratore quale infortunio sul lavoro e responsabilità del datore di lavoro e della società
I presidi contro gli infortuni: doveri e responsabilità del datore di lavoro e del lavoratore
Analisi della recente giurisprudenza sulla responsabilità degli enti in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro (Cass. 18413/2022, Cass. 25977/2019, Cass. 9454/2019, Cass. 22256/2021)
Le responsabilità in casi di appalto e subappalto (Cass. 15335/2019)
La revisione e l’aggiornamento del Modello in relazione alle nuove forme di rapporto di lavoro: smart working e lavoro delocalizzato
I possibili sviluppi e la Norma ISO 45001
Avv. Federico Strada
DLA Piper

Imputazione ex D. Lgs. n. 231/2001 e rischio reputazionale
Danno all’immagine da imputazione ex D. Lgs. n. 231/2001
La gestione degli effetti mediatici scaturenti dall’avvio del procedimento ex D. Lgs. n. 231/2001
I rapporti con istituzioni, fornitori e stakeholder nelle more del procedimento
La mitigazione del rischio reputazionale nell’ambito del sistema di compliance integrata
La valutazione e l’adeguamento al D. Lgs. n. 231/2001 quale parte della corretta e diligente gestione di un ente: i conseguenti obblighi di vigilanza del Collegio Sindacale, le responsabilità degli amministratori, le relazioni tra il Modello e gli adeguati assetti organizzativi
Avv. Iole Anna Savini
Studio Legale Savini

Reati contro la Pubblica Amministrazione e i nuovi reati 231 derivanti dall’adeguamento alla Direttiva PIF
La corruzione “pubblica” e le differenze con la corruzione tra privati: identificazione del pubblico ufficiale e dell’incaricato di pubblico servizio
Il traffico di influenze illecite
I delitti di frode nelle pubbliche forniture
Il peculato e l’abuso d’ufficio
Le frodi in materia di erogazioni pubbliche
Gli impatti sul Modello e la prevenzione dei fenomeni corruttivi: identificazione delle aree di rischio, presidi e controlli nel Modello 231 anche alla luce della pandemia da COViD-19
La policy anticorruzione
Il ruolo della certificazione ISO 37001
L’attività dell’OdV
Rating di legalità e MOG 231
Avv. Antonio Bana
Studio Legale Bana

Cyber security e rischi informatici
I cyber risk, i reati informatici e i reati commessi tramite lo strumento informatico
Gli strumenti di contrasto ai reati informatici: best practice e suggerimenti operativi, anche in caso di smart working e lavoro da remoto
Il framework COBIT ed il framework NIST
La Direttiva NIS, il Decreto Cybersecurity n. 105/2019 e la responsabilità degli enti ai sensi del D. Lgs. n. 231/2001
I benefici della blockchain nei processi a rischio e le possibili applicazioni per la prevenzione degli illeciti 231
Avv. Giuseppe Vaciago
42 Law Firm

I reati di riciclaggio e auto-riciclaggio
Il riciclaggio come fenomeno economico finanziario e gli effetti della pandemia da COViD-19
I rischi di riciclaggio e il cd. rischio di controparte
Le differenze tra riciclaggio e auto-riciclaggio
La riforma dei reati di riciclaggio di cui al D. Lgs. 8 novembre 2021, n. 195
I nuovi rischi derivanti dall’uso di criptoasset, criptovalute, bitcoin e NFT
I protocolli 231 e le misure di controllo per la prevenzione del rischio e la gestione delle risorse finanziarie
I controlli dell’Organismo di Vigilanza
Avv. Maurizio Arena
Studio Legale Arena

Il nuovo articolo 25-octies.1 del D. Lgs. n. 231/2001 e i delitti in materia di mezzi di pagamento diversi dai contanti
I nuovi reati presupposto in materia di strumenti di pagamento diversi dai contanti
Le attività a rischio-reato e i soggetti coinvolti
Impatti sul Modello organizzativo, possibili protocolli operativi e di controllo
Le verifiche dell’ODV
Avv. Maurizio Rubini
EmmeErre Consulting

Whistleblowing e Modello 231
Quadro normativo di riferimento e indicazioni delle Associazioni di categoria
Profili procedurali e aspetti organizzativi: i canali di segnalazione digitale nella prassi
Tipologie di segnalazioni rilevanti ai fini della prevenzione di reati e connessione con la responsabilità dell’ente
L’utilizzabilità degli elementi raccolti
La definizione di misure idonee a tutelare l’identità del whistleblower e la riservatezza delle informazioni
L’aggiornamento del Modello e del sistema sanzionatorio: la redazione di una procedura ad hoc
Le responsabilità del segnalante
La Direttiva UE 1937/2019 sulla protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione Europea e sua attuazione in Italia
Dott. Paolo De Benedetti
Mondadori

Avv. Maurizio Arena
Studio Legale Arena

Avv. Antonio Bana
Partner
Studio Legale Bana
Cultore della materia in Criminologia Clinica
Università degli Studi di Milano

Dott. Alessandro Cerboni
Vice Presidente
ASSOCOMPLIANCE
Managing Partner
Studio Legale Cappello

Dott. Paolo De Benedetti
Direttore Controllo Interno
Mondadori

Avv. Guglielmo Giordanengo
Partner
Studio Giordanengo Avvocati Associati
Docente a contratto di Diritto Penale Progredito
Università del Piemonte Orientale

Avv. Andrea Milani
Studio Legale Milani Avvocati Associati
Componente del Consiglio Direttivo
AODV231

Avv. Maurizio Monterisi
Senior Manager
Legalitax Studio Legale e Tributario

Avv. Marco Moretti
Partner
Legalitax Studio Legale e Tributario

Avv. Maurizio Rubini
Founding Partner
EmmeErre Consulting

Cons. Ciro Santoriello
Sostituto Procuratore
Procura della Repubblica di Torino

Avv. Iole Anna Savini
Partner
Studio Legale Savini
Presidente di Transparency International Italia

Avv. Francesco Sbisà
Partner, Responsabile Dipartimento Penale
BonelliErede

Avv. Emanuela Spinelli
Senior Counsel
BonelliErede

Avv. Federico Strada
Lead Lawyer
DLA Piper

Avv. Giuseppe Vaciago
Partner
42 Law Firm

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include l’invio del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di sottoporre ai relatori quesiti di specifico interesse a mezzo chat. È altresì possibile anticipare domande e richieste di approfondimento inviando una e-mail a info@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali e le istruzioni di accesso. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via e-mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’intervento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT 14 V 05034 01017 000000002530

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’intervento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

È attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’evento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo e-mail info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 29 settembre si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019