Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Ruolo del collegio sindacale nella governance societaria e nel nuovo Codice della crisi d’impresa

  • Composizione
  • Relazione sull’autovalutazione
  • Poteri e doveri dei sindaci
  • Vigilanza sull’adeguatezza degli assetti organizzativi
  • Norme di comportamento del CNDCEC
  • Responsabilità civili e penali dei sindaci
  • Analisi della più recente giurisprudenza

Milano, 28 e 29 gennaio 2020

Grand Hotel et de Milan

Via Manzoni, 29

Contenuti dell’evento

Il nuovo Codice sulla crisi d’impresa produce un’ampia serie di effetti sull’attività e sulle responsabilità individuali dei sindaci e del collegio sindacale nel suo complesso.

Infatti, oltre ai consueti doveri di vigilanza del collegio sindacale nell’ambito del sistema dei controlli societari, ora si aggiunge un obbligo di vigilanza sull’adeguatezza degli assetti organizzativi in funzione anti-crisi.

Quindi, il bilanciamento tra poteri e doveri di vigilanza dei sindaci diventa sempre più articolato e anche la Corte di Cassazione ha espresso ultimamente una serie di orientamenti specifici.

Inoltre faremo il punto sul Documento emanato dal CNDCEC (maggio 2019) sull’autovalutazione dei sindaci che si pone a completamento delle norme di comportamento delineate, sempre dal CNDCEC, con il Documento del 2018.

L’attivismo dei sindaci in caso di omissione degli amministratori, il regime di invalidità delle delibere sindacali, il ruolo dei sindaci nel riscontro di irregolarità e nei rapporti con la Consob, le responsabilità civili e penali del collegio sindacale, completano l’analisi delle problematiche più attuali e complesse.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai Sindaci, ai Responsabili della Segreteria Societaria, ai General Counsel, ai componenti dei Board, ai componenti dei Comitati di tutte le società, quotate e non quotate, nonché ai professionisti esterni che operano nel settore societario.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è l’approfondimento dei poteri – doveri – responsabilità del collegio sindacale nel sistema dei controlli endogeni ed esogeni, nella prospettiva di tutela degli azionisti e della corretta gestione aziendale, attraverso l’analisi di casi concreti e problematiche operative.

Prima giornata
Martedì 28 gennaio 2020

Composizione del collegio sindacale: requisiti soggettivi individuali, cumulo di incarichi e adeguatezza complessiva
Professionalità dei sindaci: il possesso di una specifica cultura aziendalistica per il monitoraggio dell’adeguatezza degli assetti organizzativi
Il nodo dell’indipendenza nelle società quotate
Numero di incarichi
Sindaci di gruppo
Adeguatezza complessiva
Prof. Giovanni Fiori
Università LUISS Guido Carli di Roma

Autovalutazione del collegio sindacale e predisposizione della relazione
Analisi del Documento CNDCEC (maggio 2019) sull’autovalutazione
Criteri e modalità fissati nella prima riunione di insediamento e periodicità dell’autovalutazione
Relazione sull’autovalutazione
Descrizione del processo
Autovalutazione dei singoli e autovalutazione del funzionamento del collegio
Esame dei profili soggettivi e della composizione quantitativa e qualitativa del collegio
Criterio di riparto tra i generi
Analisi delle specifiche conoscenze dei componenti
Disponibilità di tempo e adeguatezza della remunerazione
Inserimento della sintesi della relazione sull’autovalutazione nella relazione sul governo societario
Anomalie o criticità: adozione di misure correttive da parte del sindaco interessato
Periodico monitoraggio delle relazioni rilevanti intrattenute dal sindaco con la società
Decadenza del sindaco
Dott.ssa Rosalba Casiraghi
Presidente Collegio Sindacale Eni

Doveri di vigilanza del collegio sindacale nell’ambito del sistema dei controlli societari alla luce dei recenti orientamenti della Corte di Cassazione
Vigilanza sull’osservanza della Legge e dello Statuto e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione
Vigilanza sulle scelte gestionali: aspetti di legittimità e verifiche di processo
Vigilanza sull’adeguatezza e sul funzionamento dell’assetto organizzativo e del sistema amministrativo-contabile
Vigilanza sulla concreta attuazione delle regole di governo societario
Vigilanza in ordine al bilancio di esercizio e alla revisione legale dei conti
Coordinamento con le altre funzioni che si occupano di controlli
Rapporti con gli organi di controllo delle società controllate
Analisi di alcune recenti pronunce giurisprudenziali
Avv. Aldo Sacchi
Studio Legale Galbiati, Sacchi e Associati

Poteri del collegio sindacale e modalità di effettuazione dell’attività di vigilanza
Atti di ispezione e controllo
Acquisizione di informazioni dagli amministratori, dal revisore legale o dalla società di revisione legale dei conti, dai preposti al sistema di controllo interno
Acquisizione di informazioni dal dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dal comitato controllo e rischi e dagli altri comitati interni
Potere di convocazione dell’assemblea, del CdA e del comitato esecutivo
Ruolo di ispezione e controllo del collegio sindacale su operazioni sociali o su determinati affari
Prof. Avv. Paolo Valensise
Università Roma Tre

Norme di comportamento del collegio sindacale di società quotate: aspetti operativi e analisi delle criticità emerse dopo un anno di applicazione dei principi CNDCEC 2018
Circolazione e valutazione delle informazioni: il ruolo centrale del collegio sindacale
Collaborazione tra collegio sindacale e funzioni aziendali che rivestono specifici ruoli di controllo interno
Rapporti con i comitati endoconsiliari e, in particolare, con il comitato controllo e rischi
Attività di vigilanza dei sindaci sull’adeguatezza del sistema di controllo interno e gestione rischi nelle società quotate
Verbalizzazione degli atti di ispezione e controllo
Le novità introdotte dal Codice della crisi d’impresa
Dott. Francesco Di Carlo
Presidente Collegio Sindacale Italmobiliare

La responsabilità penale del collegio sindacale
Responsabilità penale dei sindaci nella regolare attività dell’impresa
Ruolo di garanzia dei sindaci nella crisi economica dell’impresa alla luce del nuovo Codice dell’insolvenza
Concorso del sindaco nel fatto di bancarotta dell’amministratore: il contenuto dell’attività di vigilanza dell’organo di controllo
Rapporti tra collegio sindacale, revisori e Organismo di Vigilanza
I sindaci e la responsabilità da reato della società
Linee guida CNDCEC in tema di comportamento del collegio sindacale: riflessi sulla responsabilità penale dei sindaci
Cons. Ciro Santoriello
Procura della Repubblica di Torino

 

Seconda giornata
Mercoledì 29 gennaio 2020

Attività del collegio sindacale in caso di omissione degli amministratori
Azione di responsabilità promossa dal collegio sindacale
Obblighi di attivazione nei confronti degli amministratori, dell’assemblea, delle Autorità: il potere di promuovere il procedimento ex art. 2409 c.c. e di sollecitare la dichiarazione di fallimento della società
Analisi della casistica e della più recente giurisprudenza
Dott. Francesco Fallacara
Presidente Collegio Sindacale Pirelli
Presidente Collegio Sindacale Maire Tecnimont

Dialogo extra assembleare: richieste pervenute al collegio sindacale da parte di azionisti e consiglieri
Le sollecitazioni da parte dei soci
Le richieste da parte di singoli amministratori
Rapporti con i Comitati, in particolare con il Comitato controllo e rischi e Comitato OPC
Rapporti con l’OdV
Ruolo del collegio sindacale all’interno dell’assemblea
Rischi e responsabilità
Analisi della più recente casistica
Prof. Avv. Leopoldo Sambucci
Università di Foggia

Riscontro di irregolarità e fatti censurabili. La comunicazione di irregolarità ex art 149 c.3 TUF
Denuncia dei soci al collegio sindacale ex art. 2408 c.c. e l’attivazione dell’organo di controllo
Comunicazione alla Consob di irregolarità ex art. 149 c.3 TUF
Violazione dell’obbligo di comunicazione
Procedimento sanzionatorio
Dott. Marco Rigotti
Presidente Collegio Sindacale UniCredit
Presidente Collegio Sindacale Autogrill

Regime di invalidità delle delibere del collegio sindacale
Invalidità delle delibere del collegio sindacale e degli altri organi con funzioni di controllo
Fattispecie e disciplina
Impugnabilità e inoppugnabilità delle deliberazioni
Legittimazione all’impugnazione
Prof. Avv. Mario Stella Richter
Università di Roma “Tor Vergata”

Vigilanza dei sindaci sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo nel nuovo Codice della crisi d’impresa
L’obbligo di verifica dell’adeguatezza degli assetti
L’obbligo di verifica sull’operato dell’organo amministrativo e sulle iniziative assunte dinanzi all’emersione della crisi
I doveri di attivazione e di segnalazione
Obblighi di segnalazione, strumenti di allerta e indicatori della crisi
Le conseguenze sul piano delle responsabilità
La necessità per le Srl di dotarsi di collegio sindacale, sindaco unico o revisore
Dott. Simone Scettri
EY
Università LUISS Guido Carli di Roma

Responsabilità civile dei sindaci e i presupposti per l’esonero dalle responsabilità anche alla luce del Codice della crisi
Natura della responsabilità e principio di solidarietà
Livello di diligenza richiesto e onere della prova
Violazione dei doveri di vigilanza sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo dell’impresa alla luce del nuovo Codice della crisi
Misure premiali per l’esonero della responsabilità
Criteri di responsabilità dei sindaci per omesso controllo sull’operato degli amministratori
Nesso di causalità tra mancata vigilanza e danno
La responsabilità per informazioni inesatte ex art. 2395 c.c.
Criteri di responsabilità dei sindaci alla luce della più recente giurisprudenza
Prof. Avv. Francesco D’Angelo
Università di Firenze

Dott.ssa Rosalba Casiraghi
Managing Director Rating
Presidente Collegio Sindacale Eni
Presidente Illimity Bank

Prof. Avv. Francesco D’Angelo
Associato di Diritto Commerciale
Università di Firenze
Tombari D’Angelo e Associati – Studio Legale

Dott. Francesco Di Carlo
Managing Partner Fivelex Studio Legale
Presidente Collegio Sindacale Italmobiliare
Sindaco Mediobanca

Dott. Francesco Fallacara
Dottore Commercialista – Revisore Legale
Studio Commerciale e Tributario Fallacara
Presidente Collegio Sindacale Pirelli
Presidente Collegio Sindacale Maire Tecnimont

Prof. Giovanni Fiori
Ordinario di Economia Aziendale
Università LUISS Guido Carli di Roma
Dottore Commercialista
Studio Fiori e Associati

Dott. Marco Rigotti
Dottore Commercialista
Rai & Partners
Professore a contratto di Diritto Commerciale
Università Luigi Bocconi di Milano
Presidente Collegio Sindacale UniCredit
Presidente Collegio Sindacale Autogrill

Avv. Aldo Sacchi
Senior Partner
Studio Legale Galbiati, Sacchi e Associati

Prof. Avv. Leopoldo Sambucci
Ordinario di Diritto Commerciale
Università di Foggia

Cons. Ciro Santoriello
Sostituto Procuratore
Procura della Repubblica di Torino

Dott. Simone Scettri
Presidente EY
Vice Presidente Assirevi
Associato di Corporate Governance
Università LUISS Guido Carli di Roma

Prof. Avv. Mario Stella Richter
Ordinario di Diritto Commerciale
Università di Roma “Tor Vergata”
Studio Stella Richter

Prof. Avv. Paolo Valensise
Ordinario di Diritto Commerciale
Università Roma Tre
Chiomenti

Quota di partecipazione in aula

La quota di partecipazione in aula include la consegna del materiale didattico in formato elettronico, la partecipazione alle colazioni di lavoro e ai coffee breaks, la possibilità di presentare direttamente ai relatori domande e quesiti di specifico interesse.

Quota di partecipazione in videoconferenza

La quota di partecipazione in videoconferenza include l’invio del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di presentare ai relatori domande e quesiti di specifico interesse a mezzo chat.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’evento formativo attraverso il proprio personal computer o il proprio tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma tecnologica utilizzata da Paradigma non necessita infatti di requisiti tecnici particolari e non richiede di installare alcun software.

Alcuni giorni prima dell’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno del convegno basterà selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante la lezione, oltre a vedere e sentire il docente sarà possibile visionare simultaneamente le slides di supporto appositamente predisposte.

Oltre che ascoltare il relatore e seguire la presentazione, ogni utente collegato potrà inoltre porre domande e quesiti su tematiche di specifico interesse a mezzo chat, alle quali il relatore risponderà al termine della relazione.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei posti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e in ogni caso prima dell’effettuazione dell’intervento formativo tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco Popolare Società Cooperativa
IBAN IT 78 Y 05034 01012 000000001359

Formazione finanziata

La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza e crediti formativi

Al termine dell’intervento formativo sarà rilasciato ai partecipanti che hanno regolarmente preso parte ai lavori l’attestato di partecipazione nominativo. Il rilascio dei relativi crediti formativi è subordinato alla approvazione degli Ordini Professionali. Lo stato degli accreditamenti sarà periodicamente aggiornato.

Si precisa che la partecipazione in videoconferenza non permette il riconoscimento dei crediti formativi professionali.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o qualora si verifichi di fatto con la mancata presenza al corso, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma Srl, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma Srl. Paradigma Srl si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione dei programmi e sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni o necessità è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all´indirizzo di posta elettronica info@paradigma.it.

Quota aula

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 7 gennaio 2020 si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Crediti formativi
Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano  ha deliberato l´accreditamento con l´attribuzione di 16 CFP per l´intero progetto formativo. L’accreditamento non è previsto per la partecipazione in videoconferenza. E’ stata presentata richiesta di accreditamento all’Ordine degli Avvocati di Milano.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L´adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa che non abbia compiuto il 35° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Mercati elettronici della PA
Paradigma Srl opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.
Codice MePA – COLLEGIO282901


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 35

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma SpA, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma SpA sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma SpA, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma SpA per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma SpA. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma SpA con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod.3.4 rev. 3 del 30/11/2018