Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Il Data Act – Regolamento (UE) n. 2023/2854

  • I nuovi obblighi in materia di condivisione dei dati
  • L’individuazione di contenuti contrattuali minimi
  • Le nuove fattispecie di clausole abusive
  • I nuovi obblighi di portabilità e interoperabilità

Il docente, nel corso dell’evento formativo, risponderà alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo info@paradigma.it

Evento in videoconferenza

15 maggio 2024

Contenuti dell’evento

L’evento è dedicato all’approfondimento del nuovo quadro normativo vigente in materia di condivisione dei dati, a seguito dell’entrata in vigore, l’11 gennaio scorso, del c.d. “Data Act”, e cioè il Regolamento UE n. 2023/2854.

Come segnalato dalla stessa Commissione Europea, il Data Act è un pilastro fondamentale della strategia europea in materia di dati e le sue prescrizioni si pongono in un’ottica di complementarietà rispetto a quelle del Regolamento UE sulla governance dei dati, meglio noto con l’acronimo di “DGA”, che ha appena qualche mese in più di applicazione (settembre 2023).

In particolare, mentre nel Data Governance Act è stata concentrata la regolazione dei processi e delle strutture capaci di incrementare la condivisione volontaria dei dati, il Data Act chiarisce quali soggetti possono ricavare valore dai dati e in presenza di quali condizioni.

La Commissione precisa, altresì, che il Data Act è un atto legislativo intersettoriale (cioè stabilisce principi e linee guida applicabili a tutti i settori) che ha anche l’ambizione di costituire, pur trattandosi un atto legislativo ordinario e dunque non sovraordinato ad altri atti di pari rango, una sorta di bussola per la legislazione futura, che dovrebbe allinearsi ai suoi principi.

Tra i vari e tutti rilevanti contenuti della nuova normativa, vanno in primo luogo segnalati: l’introduzione di misure che consentono agli utenti di dispositivi connessi l’accesso ai dati generati da tali dispositivi e dai servizi ad essi collegati (il che contribuirà a creare un contesto di maggiore certezza e fiducia rispetto alla gestione dei dati nel c.d. IoT, Intenet of Things); la previsione di tutele contro le clausole abusive nei contratti di condivisione dei dati, in particolare tra imprese (posto che, tra imprese e consumatori, come ricorda il Considerando 28 del Regolamento, si applica la normativa generale dell’Unione in materia di consumatori, in particolare le Direttive 93/13/CEE e 2005/29/CE); il rafforzamento dei presidi contro i trasferimenti illegali di dati; le prescrizioni volte a facilitare la portabilità e l’interoperabilità nell’ambito dei servizi di trattamento dei dati; l’individuazione di meccanismi idonei a consentire, al ricorrere di taluni presupposti, agli enti pubblici di accedere ai dati del settore privato e di utilizzarli.

Ovviamente, per le imprese e anche per i soggetti pubblici interessati da questa nuova disciplina si pone ora l’esigenza, oltre che di assimilarne appieno i contenuti, anche di adeguare le proprie procedure interne, così da garantire che i trattamenti dei dati condivisi avvengano nel pieno rispetto delle sue prescrizioni, oltre che ovviamente della più generale disciplina del GDPR.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai Data Protection Officer, ai Responsabili del Trattamento dei Dati, ai Privacy Officer, alle persone autorizzate al trattamento dei dati e ai referenti per la privacy comunque denominati di imprese e pubbliche amministrazioni, ai Security Officer, ai Responsabili dei Servizi di Compliance, Affari Legali, Affari Istituzionali e Regolamentari, nonchè a tutti i professionisti che si occupano di TMT, IP, ICT, Privacy e Data Protection.

Obiettivi dell’evento

Il webinar fornirà un quadro quanto più possibile ampio e approfondito delle novità contenute nel Data Act, trattando diffusamente sia gli obblighi previsti in materia di condivisione dei dati, sia le numerose opportunità che esso apre, su vari fronti.

Mercoledì 15 maggio 2024

L’ambito soggettivo e oggettivo di applicazione del Data Act
I rapporti tra Data Act e accordi in materia di condivisione dei dati già in essere su base volontaria

La condivisione dei dati da impresa a consumatore e da impresa a impresa
L’obbligo di rendere accessibili all’utente i dati del prodotto e dei servizi correlati
I diritti e gli obblighi degli utenti e dei titolari dei dati relativamente all’accesso, all’utilizzo e alla messa a disposizione dei dati del prodotto e del servizio correlato
Il diritto dell’utente di condividere i dati con terzi
Gli obblighi dei terzi che ricevono dati su richiesta dell’utente
L’ambito di applicazione degli obblighi di condivisione dei dati da impresa a consumatore e da impresa a impresa

La messa a disposizione dei dati a norma del diritto dell’Unione
Le condizioni per la messa a disposizione dei dati da parte dei titolari
La tutela dei segreti commerciali
La previsione di un compenso per la messa a disposizione dei dati
L’individuazione di un organismo per la risoluzione delle controversie
L’utilizzo di misure tecniche di protezione dei dati da parte del titolare: obbligo o facoltà?
L’inefficacia di clausole totalmente o parzialmente derogatorie rispetto agli obblighi in materia di messa a disposizione dei dati o volte a modificarne gli effetti

Le nuove fattispecie di clausole contrattuali abusive tra imprese in materia di accesso ai dati

La messa a disposizione di dati in favore di soggetti pubblici sulla base di necessità eccezionali
I presupposti in presenza dei quali ricorre l’obbligo, in capo alle persone giuridiche diverse dagli enti pubblici, di mettere a disposizione i dati nei confronti di soggetti pubblici
I limiti entro cui può configurarsi la “necessità eccezionale”
I rapporti tra l’obbligo in questione e altri obblighi esistenti di messa a disposizione dei dati in favore di enti pubblici, Commissione UE, BCE e organismi dell’Unione
Gli elementi strutturali di una richiesta di messa a disposizione di dati
Il soddisfacimento della richiesta
I limiti e le cautele nell’utilizzo, da parte dei soggetti pubblici legittimati a ottenerli su richiesta, dei dati ricevuti
Le peculiarità in ordine al possibile corrispettivo del trattamento nelle fattispecie in questione
La condivisione per necessità eccezionali con organismi di ricerca o istituti statistici

Le previsioni in materia di portabilità dei dati da un gestore di cloud a un altro
Obblighi tecnici
Obblighi di informazione, buona fede e trasparenza
Obbligo di forma scritta per il contratto di trasferimento del servizio di trattamento dei dati e contenuti minimi inderogabili

L’interoperabilità
I requisiti essenziali in materia di interoperabilità dei dati, dei meccanismi e servizi di condivisione dei dati e degli spazi comuni europei di dati
L’interoperabilità dei servizi di trattamento dei dati
I requisiti essenziali dei contratti intelligenti per l’esecuzione degli accordi di condivisione dei dati

I presidi di effettività della portata precettiva del Regolamento
L’individuazione, per ciascun Paese, di una o più Autorità competenti in relazione all’applicazione e all’esecuzione del Regolamento Data Act
Il diritto al reclamo e il diritto a una tutela giurisdizionale effettiva
L’apparato sanzionatorio

 

Prof. Avv. Alessandro Del Ninno
LUISS Guido Carli di Roma
FIVELEX Studio Legale e Tributario

Prof. Avv. Alessandro del Ninno

Docente di Informatica Giuridica Presso la LUISS Guido Carli di Roma.

Docente di Intelligenza Artificiale, Machine Learning e Diritto presso il medesimo Ateneo

Avvocato esperto di ICT, AI, Data Protection, Partner di FIVELEX Studio Legale e Tributario

Presidente del Comitato Scientifico dell’Associazione Nazionale per la Protezione dei Dati Personali.

Membro del Comitato Scientifico dell’Istituto Italiano Privacy.

Appointed member del Pool of Experts europei di supporto e consulenza al Comitato Europeo per la Protezione dei Dati Personali.

Relatore nell’ambito dei più importanti convegni nazionali e internazionali ove viene frequentemente invitato in qualità di esperto su tematiche legate all’Information& Communication Technology, all’IP e alla Data Protection.

Nelle stesse materie è autore di oltre 150 tra libri, trattati, monografie, saggi e articoli. Per Key Editore è Direttore delle due collane editoriali “GDPR: casi pratici risolti” e “Le Leggi del Decennio Digitale 2020-2030 della UE – I commentari pratici”.

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include la fruizione in diretta delle docenze, nonché l’invio, in formato elettronico, del materiale didattico che i relatori riterranno di mettere a disposizione. È inoltre prevista la possibilità di presentare in diretta domande e quesiti di specifico interesse a mezzo chat, nonché di sottoporli in via preventiva, inviando una email a info@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali e le istruzioni di accesso. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via e-mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’evento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT 14 V 05034 01017 000000002530

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’evento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

È attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’evento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo e-mail info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 24 aprile si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019