Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Vigilanza, ispezioni e sanzioni in ambito bancario, finanziario e assicurativo

  • Gli orientamenti di vigilanza
  • Il procedimento ispettivo
  • Il procedimento sanzionatorio
  • Le sanzioni ad applicazione plurisettoriale

Milano, 22 e 23 novembre 2018

Baglioni Hotel Carlton

Via Senato, 5

Contenuti dell’evento

Nel corso delle giornate verranno approfonditi i temi di maggiore rilevanza concernenti la vigilanza delle Autorità indipendenti, ciascuna per il proprio ambito di competenza, sui settori bancario, finanziario, assicurativo, e le attività ispettive e sanzionatorie che possono scaturirne, a seguire.

Mario Nava, Presidente per alcuni mesi della Consob prima delle recenti dimissioni, aveva enfatizzato, nella propria relazione svolta in occasione del “Consob day” la rilevanza del concetto di “vigilanza proattiva” quale principio guida dell’attività dell’Autorità da lui presieduta, nel senso di investire maggiori sforzi ed energie nell’agevolare e nel pretendere l’adeguamento preventivo dei soggetti vigilati agli obblighi normativi, anche al fine di meglio tutelare il corretto funzionamento dei mercati nel loro complesso, piuttosto che di concepire la compliance quale condizione generale da “presumersi”, normalmente e generalmente presente in tutti gli operatori, salvo poi scoprire in occasione di ispezioni (con conseguenti sanzioni) che così non è, affidando così alla repressione un risultato che avrebbe potuto altrimenti raggiungersi, in uno stadio antecedente e attraverso la vigilanza proattiva, con minori costi e con maggiore efficacia per tutti.

L’impostazione di Nava è riscontrabile anche negli orientamenti di altre Autorità, specie in ambito sovranazionale (la BCE, ad esempio), ed è senz’altro tributaria di un modo di concepire i rapporti tra autorità pubblica e “controllati” più avanzato rispetto ai paradigmi cui siamo abituati, e cioè incentrato sul principio secondo cui è dalla collaborazione che possono giungere i migliori risultati sul fronte del rispetto delle regole, e non dalla (sola) repressione.

Sarà ora da verificarsi se, per ciò che concerne l’ambito della vigilanza di pertinenza di Consob, il successore di Nava farà proprio tale orientamento.

La rilevanza delle sanzioni, in termini di importi monetari e di ricadute reputazionali, e dei procedimenti sanzionatori e ispettivi che ne sono a monte, è comunque indubbia per tutti i soggetti vigilati da BCE, Banca d’Italia, Consob e IVASS, a prescindere dagli approcci di vigilanza adottati dalla singola Autorità competente (v. BCE). È quindi essenziale per gli uffici legali di banche, assicurazioni e altri soggetti vigilati dalle suddette autorità, conoscere al meglio le regole e le modalità operative con cui si gestiscono ispezioni, sanzioni ed eventuali successivi ricorsi giurisdizionali, in modo da non farsi trovare impreparati e di non demandare totalmente all’operato dei legali incaricati ex post delle impugnative le sorti di questioni che avrebbero probabilmente meritato diverse attenzioni e cautele nel corso dei procedimenti ispettivi e sanzionatori, la cui mancata adozione può essere talora idonea a pregiudicare la buona riuscita dei contenziosi sulle sanzioni.

Di particolare interesse e attualità tra i temi che il convegno ha ad oggetto vi sono le sanzioni in materia di market abuse, alla luce delle novità apportate al TUF dal D. Lgs. n. 107/2018 e che entreranno in vigore il 29 settembre prossimo, il recente Regolamento IVASS del 2 agosto sull’irrogazione di sanzioni amministrative adottato in attuazione della Insurance Distribution Directive, le recenti sentenze (agosto 2018), in ambito di sanzioni antiriciclaggio, della Corte di Cassazione, particolarmente rilevanti per l’applicazione del principio del favor rei.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto agli Amministratori e ai Responsabili Legali di banche, assicurazioni, intermediari finanziari, nonché, per alcune fattispecie di sanzioni Consob, anche ai soggetti che ricoprono i medesimi ruoli in società con azioni o strumenti obbligazionari quotati e a tutti i professionisti e consulenti che prestano supporto legale e assistenza in giudizio a tali soggetti.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è fornire un quadro il più possibile ampio e dettagliato degli orientamenti di vigilanza e dei procedimenti ispettivi e sanzionatori delle autorità indipendenti competenti sui settori bancario, assicurativo e finanziario.

Prima giornata
Milano, giovedì 22 novembre 2018

VIGILANZA E ISPEZIONI

I più recenti orientamenti delle Autorità di vigilanza in ambito bancario, finanziario e assicurativo
Prof. Avv. Vincenzo Troiano
Università di Perugia
Chiomenti

La gestione del procedimento ispettivo e il rapporto tra procedimento ispettivo e procedimento sanzionatorio
Princìpi e regole comuni all’attività ispettiva delle Autorità di vigilanza operanti in ambito bancario, finanziario, assicurativo
L’origine del procedimento ispettivo
Le segnalazioni degli organi di controllo e delle società di revisione
La gestione dell’ispezione e i rapporti con gli ispettori
Le misure correttive
Avv. Roberto Della Vecchia
Studio Legale Carbonetti e Associati

SANZIONI E PROCEDIMENTO SANZIONATORIO

I profili sistematici della potestà sanzionatoria in ambito bancario, finanziario e assicurativo
L’evoluzione normativa nei quattro segmenti:
– banche e intermediari regolati dal TUB
– intermediari regolati dal TUF
– società quotate e market abuse
– compagnie di assicurazione
Le convergenze e le divergenze della disciplina sotto i seguenti profili:
– rapporto tra precetto sostanziale e norma sanzionatoria
– entità delle sanzioni e sanzioni accessorie
– destinatari delle sanzioni
– procedimento sanzionatorio
– rimedi giurisdizionali
Prof. Avv. Francesco Carbonetti
Studio Legale Carbonetti e Associati

Le peculiarità del procedimento sanzionatorio della Consob
Quadro di riferimento normativo e giurisprudenziale
Il Regolamento generale sui procedimenti sanzionatori (Delibera n. 18750 del 19 dicembre 2013 e successive modificazioni)
I principi
Le fasi del procedimento
Il provvedimento sanzionatorio
Profili giurisdizionali
Prof. Avv. Marcello Clarich
Sapienza Università di Roma
Studio Legale Clarich
Avv. Giuseppe Urbano
Studio Legale Clarich

Le peculiarità del procedimento sanzionatorio della Banca d’Italia
La disciplina delle sanzioni amministrative definita dalla Direttiva CRD-IV
Il nuovo Titolo VIII del TUB e il Regolamento di attuazione della Banca d’Italia
Le fasi della procedura sanzionatoria
Il contraddittorio sulla proposta di sanzione
Irrogazione della sanzione e regime di pubblicità del provvedimento sanzionatorio
Dott.ssa Noemi Germani
Moderari

LE SANZIONI AI SENSI DEL TUF

Le sanzioni amministrative in tema di market abuse
Insider trading e manipolazione del mercato nella normativa nazionale e eurounitaria
Il doppio binario sanzionatorio al cospetto della Corte EDU per contrasto con il principio di ne bis in idem (Sentenza A e B c. Norvegia della Grande Camera della Corte EDU)
Gli arresti giurisprudenziali in tema di “natura sostanzialmente penale” delle sanzioni amministrative in
materia di market abuse
Una riflessione sulla fattispecie dell’insider trading: la punibilità dell’insider di sé stesso (Cass. 24310/2017)
Prof. Avv. Andrea Zoppini
Università di Roma Tre
Studio Zoppini e Avvocati Associati
Avv. Giovanni Diele
Studio Zoppini e Avvocati Associati

Le sanzioni amministrative in materia di servizi di investimento
Dalla responsabilità primaria degli esponenti aziendali alla sanzionabilità diretta dell’intermediario
I casi di punibilità degli esponenti aziendali
La natura delle sanzioni alla luce della Convenzione Europea dei diritti dell’uomo e della Carta fondamentale dei diritti dell’ Unione europea
La recente giurisprudenza della Corte di Cassazione
L’evoluzione della casistica sanzionatoria
Avv. Renzo Ristuccia
Studio Legale Ristuccia & Tufarelli

SANZIONI AD APPLICAZIONE PLURISETTORIALE

Il carattere sostanzialmente sanzionatorio della rimozione in via amministrativa dei vertici aziendali
L’applicazione del potere di removal in ambito bancario e assicurativo
Avv. Paolo Basile
Università L. Bocconi di Milano
AC Group

 

Seconda giornata
Milano, venerdì 23 novembre 2018

Le sanzioni in materia antiriciclaggio
L’impianto generale di matrice prevalentemente amministrativa
L’interrelazione con il Codice penale
Cenni alle novità introdotte dal D. Lgs. n. 90/2017
Le tradizionali linee difensive nei procedimenti regolati dalla Legge n. 689/1981
La rilevanza delle recenti Sentenze della Corte di Cassazione in tema di favor rei (n. 20647 e n. 20648 depositate l’8 agosto 2018)
Avv. Ermanno Cappa
Studio Legale Ermanno Cappa & Associati

SANZIONI BCE

Le peculiarità del procedimento sanzionatorio BCE
Sanzioni e competenze della BCE in generale
Le esperienze in materia di attuazione della politica monetaria dell’Unione, gestione dei sistemi di pagamento e raccolta di informazioni statistiche
Profili procedimentali
Poteri sanzionatori della BCE nei confronti degli enti creditizi
Prospettive applicative
Prof. Avv. Valerio Lemma
Università degli Studi Guglielmo Marconi
Dentons

LE SANZIONI AI SENSI DEL CAP

Il recente Regolamento IVASS sulle sanzioni adottato in attuazione della Insurance Distribution Directive
L’ambito d’applicazione della nuova disciplina sanzionatoria (i soggetti)
L’avvio della procedura sanzionatoria
I criteri di valutazione della rilevanza della violazione
L’avvio del procedimento sanzionatorio
La fase istruttoria (principio del contraddittorio e di partecipazione)
L’accertamento istruttorio della natura della violazione
L’accertamento unitario di sanzioni della medesima indole e definizione della c.d. sanzione sostitutiva alla sanzione pecuniaria
L’elemento soggettivo dell’illecito a carico delle persone fisiche e le condizioni di sanzionabilità delle stesse
La fase decisoria: parere del comitato interno; decisione del direttorio integrato; criteri di graduazione delle sanzioni applicabili
Avv. Andrea Bullo
Bullo Ranieri Avvocati

LA FASE “POST-SANZIONATORIA”

L’impugnazione delle sanzioni amministrative delle Authorità di vigilanza
Art. 6 CEDU e art. 47 Carta di Nizza e canone della full jurisdiction
L’impugnazione delle sanzioni di Consob, Banca d’Italia, IVASS: riparto di giurisdizione e profondità di sindacato
L’impugnazione delle sanzioni BCE
Prof. Avv. Francesco Goisis
Università Statale di Milano
Studio Professionale Associato a Baker & McKenzie

Il regresso interno verso gli autori della sanzione
La struttura dell’obbligazione solidale ex art. 6 L. n. 689/1981
L’individuazione dell’autore materiale e del coobbligato in solido
La procedura sanzionatoria ex art. 195 D.Lgs. n. 58/1998 (TUF) e l’oggetto del giudizio di opposizione
Il problema della legittimazione ad opponendum dell’autore materiale non ingiunto e l’autonomia delle difese
Azione di regresso e litisconsorzio
Casistica giurisprudenziale
Prof. Avv. Andrea Gemma
Università Roma Tre
Gemma & Partners Studio Legale e Tributario
Avv. Simona Birritteri
Gemma & Partners Studio Legale e Tributario

“INTERAZIONI” CON L’AMBITO PENALISTICO

Il rapporto tra sanzioni amministrative e penali in ambito bancario, finanziario e assicurativo; in particolare, il rapporto tra sanzioni penali e amministrative negli abusi di mercato
Le fattispecie penali e amministrative in materia di market abuse: sovrapposizioni e differenze
Il doppio binario sanzionatorio come scelta di politica criminale: pro e contro
Dalla sentenza Grande Stevens in avanti: l’ondivago peregrinare della CEDU
Avv. Guglielmo Giordanengo
Università del Piemonte Orientale
Studio Giordanengo Avvocati Associati

Avv. Paolo Basile
Docente di Diritto Commerciale
Università L. Bocconi di Milano
Partner
AC Group

Avv. Simona Birritteri
Gemma & Partners Studio Legale e Tributario

Avv. Andrea Bullo
Partner
Bullo Ranieri Avvocati

Avv. Ermanno Cappa
Senior Partner e Fondatore
Studio Legale Ermanno Cappa & Associati
Presidente
Centro Studi Ambrosoli

Prof. Avv. Francesco Carbonetti
Name Partner e Socio Fondatore
Studio Legale Carbonetti e Associati

Prof. Avv. Marcello Clarich
Ordinario di Diritto Amministrativo
Sapienza Università di Roma
Studio Legale Clarich

Avv. Roberto Della Vecchia
Socio Fondatore
Studio Legale Carbonetti e Associati

Avv. Giovanni Diele
Studio Zoppini e Avvocati Associati

Prof. Avv. Andrea Gemma
Associato di Istituzioni di Diritto Privato
Università Roma Tre
Gemma & Partners Studio Legale e Tributario

Dott.ssa Noemi Germani
Consultant
Moderari

Avv. Guglielmo Giordanengo
Docente a Contratto di Diritto Penale Progredito
Università del Piemonte Orientale
Studio Giordanengo Avvocati Associati

Prof. Avv. Francesco Goisis
Ordinario di Diritto Amministrativo
Università Statale di Milano
Of Counsel
Studio Professionale Associato a Baker & McKenzie

Prof. Avv. Valerio Lemma
Ordinario di Diritto dell’Economia
Università degli Studi Guglielmo Marconi
Dipartimento di Banking & Finance
Dentons

Avv. Renzo Ristuccia
Partner
Studio Legale Ristuccia & Tufarelli

Prof. Avv. Vincenzo Troiano
Ordinario di Diritto dell’Economia
Università di Perugia
Partner
Chiomenti

Avv. Giuseppe Urbano
Studio Legale Clarich

Prof. Avv. Andrea Zoppini
Ordinario di Istituzioni di Diritto Privato
Università di Roma Tre
Studio Zoppini e Avvocati Associati

Quota di partecipazione in aula

La quota di partecipazione in aula include la consegna del materiale didattico in formato elettronico, la partecipazione alle colazioni di lavoro e ai coffee breaks, la possibilità di presentare direttamente ai relatori domande e quesiti di specifico interesse.

Quota di partecipazione in videoconferenza

La quota di partecipazione in videoconferenza include l’invio del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di presentare ai relatori domande e quesiti di specifico interesse a mezzo chat.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’evento formativo attraverso il proprio personal computer o il proprio tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma tecnologica utilizzata da Paradigma non necessita infatti di requisiti tecnici particolari e non richiede di installare alcun software.

Alcuni giorni prima dell’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno del convegno basterà selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante la lezione, oltre a vedere e sentire il docente sarà possibile visionare simultaneamente le slides di supporto appositamente predisposte.

Oltre che ascoltare il relatore e seguire la presentazione, ogni utente collegato potrà inoltre porre domande e quesiti su tematiche di specifico interesse a mezzo chat, alle quali il relatore risponderà al termine della relazione.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei posti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e in ogni caso prima dell’effettuazione dell’intervento formativo tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma SpA – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco Popolare Società Cooperativa
IBAN IT 78 Y 05034 01012 000000001359

Verrà spedita via email fattura quietanzata intestata secondo le indicazioni fornite.

Formazione finanziata

La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza e crediti formativi

Al termine dell’intervento formativo sarà rilasciato ai partecipanti che hanno regolarmente preso parte ai lavori l’attestato di partecipazione nominativo. Il rilascio dei relativi crediti formativi è subordinato alla approvazione degli Ordini Professionali. Lo stato degli accreditamenti sarà periodicamente aggiornato.

Si precisa che la partecipazione in videoconferenza non permette il riconoscimento dei crediti formativi professionali

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o qualora si verifichi di fatto con la mancata presenza al corso, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma SpA, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma SpA. Paradigma SpA si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione dei programmi e sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni o necessità è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all´indirizzo di posta elettronica info@paradigma.it.

Quota aula

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 5 novembre 2018 si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione al percorso.

Crediti formativi
E’ stata presentata richiesta di accreditamento all’Ordine degli Avvocati di Milano. L’accreditamento non è previsto per la partecipazione in videoconferenza.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L´adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa che non abbia compiuto il 35° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Mercati elettronici della PA
Paradigma SpA opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 35

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma SpA, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma SpA sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma SpA, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma SpA per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma SpA. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma SpA con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod.3.4 rev. 3 del 30/11/2018

Data

Inizio
22 Novembre 2018 ore 9:00
Fine
23 Novembre 2018 ore 17:30
ORARIO
09.00 - 13.00 14.30 - 17.30

Sede

Milano, 22 e 23 novembre 2018
Baglioni Hotel Carlton
Via Senato, 5

INFO

Roberto Serafino
Telefono
011538686
Email
rserafino@paradigma.it

ISCRIVITI

Condividi