Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

La gestione del rischio fiscale e la tax compliance

  • Implementazione del Tax Control Framework
  • Recenti esperienze nella integrazione del Modello 231
  • Aree di criticità e implementazione dei presidi
  • Accesso alla Cooperative Compliance

I docenti, nel corso dell’evento formativo, risponderanno alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo asorba@paradigma.it

Evento in videoconferenza

29 e 30 giugno 2021

Contenuti dell’evento

La recente riforma del D.Lgs. 231/2001 ha introdotto i reati tributari più gravi tra i reati presupposto della responsabilità amministrativa degli enti (nuovo art. 25-quinquesdecies, D. Lgs. n. 231/2001), con conseguente applicazione di sanzioni pecuniarie e interdittive ai reati tributari. Le imprese che sono chiamate ad aggiornare i Modelli 231 con l’analisi di processi e attività sensibili, nonché presidi a mitigazione dei reati tributari, hanno l’opportunità di intraprendere un percorso più ampio di implementazione di un sistema di gestione e controllo dei rischi fiscali a 360° (“Tax Control Framework”).

Pertanto, bisogna chiedersi quali siano i modelli di organizzazione, gestione e controllo più idonei a prevenire il rischio di commissione dei reati tributari, e quali i correttivi che ogni ente dotato dei predetti modelli debba adottare. Ove già adottati, i Tax Control Framework andranno integrati in quanto tesi a garantire, a tutti i livelli aziendali, un presidio costante sui processi aziendali e sui conseguenti rischi fiscali.

Inoltre, lo scenario attuale richiede integrazione, sinergia ed efficienza nella gestione del rischio in azienda, al fine di evitare dispersione di risorse ed effort; nel contesto nazionale ed internazionale, il rischio fiscale sta divenendo sempre più centrale per gli stakeholders interni ed esterni all’organizzazione. Il TCF diventa così una componente del più ampio framework di gestione dei rischi di un’organizzazione, con un modello di verifica e di monitoraggio che per natura e approccio risulta riconducibile ai sistemi di controllo interno sui processi che alimentano l’informativa economico-finanziaria – ICFR.

Nel corso delle giornate di studio, organizzate in modalità videoconferenza, saranno analizzate le metodologie di mappatura dei processi sensibili, di valutazione dei rischi fiscali e di implementazione del sistema di controllo e di presidio degli stessi, con l’apporto di esperienze, soluzioni operative e best practice, nonché la definizione degli aspetti più problematici, delle modalità applicative e degli strumenti a supporto, incluse le soluzioni informatiche.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai Direttori Finanziari e Amministrativi, ai Responsabili dei Dipartimenti Fiscale e Legale, ai Responsabili dell’Internal Audit e della Compliance, ai Risk Manager e ai componenti dell’OdV dei principali gruppi finanziari e industriali italiani, nonché a commercialisti e revisori contabili.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è fornire ai partecipanti un quadro dettagliato e completo sui processi di gestione del rischio fiscale, presentando strumenti operativi per adeguarsi alle nuove disposizioni, attraverso l’analisi di casi concreti ed esperienze operative.

Prima giornata
Martedì 29 giugno 2021

LA GESTIONE DEL RISCHIO FISCALE
E L’IMPLEMENTAZIONE DEL TAX CONTROL FRAMEWORK

La gestione del rischio fiscale e la tax compliance nella recente prassi applicativa: attività, modelli operativi, soggetti coinvolti e possibili evoluzioni
La gestione del rischio fiscale, il rischio fiscale di adempimento e di interpretazione, il rischio inerente e residuo
Il ruolo della funzione fiscale nella gestione del rischio in azienda e i rapporti con le altre funzioni di controllo interno
I nuovi rapporti tra Amministrazione finanziaria e contribuente
Dott. Giuseppe Nicosia
Snam

Le fasi di disegno e setup del Tax Control Framework
Control environment: la definizione della strategia fiscale per esprimere il tone at the top nella gestione della fiscalità
Risk assessment & Control activities: la granularità della mappatura dei rischi fiscali e della rilevazione dei presidi, per garantirne il controllo
Tax Governance: il Tax Compliance Model per declinare ruoli e responsabilità dei soggetti coinvolti nella gestione della variabile fiscale, anche nella dimensione interpretativa
Monitoring: il processo di assurance del TCF, nel più ampio contesto del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi aziendali
Dott. Marco Lio
PwC TLS Avvocati e Commercialisti

Le modalità operative di implementazione del Tax Control Framework
Gli obiettivi del Tax Control Framework e gli steps applicativi
Le fasi dell’assessment delle operazioni fiscal-relevant
Esemplificazione TCF per identificare rischio fiscale, gap analysis e remedation plan
Valutazione del rating del rischio fiscale
Processi da testare ai fini del Tax Control Framework
La declinazione applicativa dei controlli nel day by day dei processi aziendali
Focus sui rischi IVA da inserire nel Tax Control Framework
Dott. Rosario Farina
Anorc Professioni
Politecnico di Milano

I rapporti tra Tax Control Framework e Modello 231: soluzioni operative e presidi di controllo
Economia digitale, demateralizzazione dei beni e nuova dimensione del reato di utilizzo ed emissione di false fatture
I reati tributari rilevanti e la potenziale estensione ad altre fattispecie: la Direttiva PIF e adeguamento alla normativa UE
I nuovi schemi di anomalia UIF per i reati tributari
Correlazione e sinergie tra Tax Control Framework e architettura dei presidi, controllo e monitoraggio nel Modello 231
L’architettura e la pianificazione dei flussi informativi della funzione fiscale
Le prime esperienze sul campo in progetti di aggiornamento del Modello 231
Cons. Ciro Santoriello
Procura della Repubblica di Torino
Avv. Antonio Bana
Studio Legale Bana

Le soluzioni informatiche a supporto della gestione dei processi del Tax Control Framework
Individuazione, analisi e valutazione dei rischi fiscali e dei relativi presidi di controllo
Pianificazione e svolgimento dei processi di monitoraggio
Gestione dei pareri e dell’attività di consulenza fiscale a supporto delle funzioni aziendali
Individuazione dei rischi fiscali rilevanti e interazione con l’Agenzia
Tax Risk Mitigation e Reporting
Dott. Fabrizio Marcucci
Risk Advisory Deloitte
Dott. Stefano Zambelli
Studio Tributario e Societario Deloitte

L’evoluzione del Tax Control Framework nella Cooperative Compliance e in altri regimi di horizontal monitoring
Requisiti dell’Agenzia delle entrate per l’accesso alla Cooperative Compliance: fasi della procedura, processi e contenuti minimi, spunti di riflessione sull’evoluzione del TCF
Focus su key process del TCF: Tax Risk-Control Matrix, valutazione del rischio fiscale, reporting e flussi informativi (esempi)
La centralità della gestione rischio interpretativo nella Cooperative Compliance
Evoluzione della Cooperative Compliance e benchmark internazionali di horizontal monitoring
Le nuove esigenze del contesto internazionale e l’integrazione nel Tax Control Framework: tax sustainability (GRI 207), gestione delle Uncertain Tax Positions (IFRIC 23), Direttiva DAC6 e D. Lgs. 100/2020 sui meccanismi transfrontalieri, Direttiva DAC7 sulle piattaforme digitali
Dott.ssa Elena Barbiani
Studio Tributario e Societario Deloitte

 

 

Seconda giornata
Mercoledì 30 giugno 2021

AREE DI CRITICITA’ E IMPEMENTAZIONE DEI CONTROLLI

L’individuazione delle principali aree di criticità nella gestione del rischio fiscale

Imposte sui redditi
Selezione del conto contabile
Documentabilità delle prestazioni di servizi
Rispetto del principio di competenza
Note spese
Fondi rischi e oneri
Crediti d’imposta e R&D
Operazioni doganali

Ritenute
Redditi di lavoro autonomo
Redditi transnazionali
Dividendi, interessi, royalties
WHT compliance

Dott. Antonio Veneruso
Artsana

Strutturazione della presenza internazionale dell’impresa e del gruppo
Stabile organizzazione e regime della c.d. “branch exemption”
Impat/expat e distacchi di personale
Shared Service Center
Valutazioni di tax planning
Trasferimento della residenza fiscale all’estero
CFC

Avv. Massimo Antonini
Chiomenti

Transfer pricing
Monitoraggio della profittabilità
Fatturazione attiva infragruppo
Documentabilità dei servizi infragruppo
Management fees
Cost sharing

Dott. Aaron Meneghin
Valentino

Operazioni straordinarie e abuso del diritto
Valutazione del trattamento fiscale ex-ante di:
Riorganizzazioni
Ristrutturazioni aziendali
Operazioni non-routinarie di business

Prof. Avv. Guglielmo Maisto
Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza
Maisto e Associati

IVA
I principali rischi fiscali in materia di IVA
Le opportunità emerse a seguito dell’obbligo di fatturazione elettronica
Quale evoluzione con l’avvio delle precompilate IVA
Digitalizzazione della Compliance IVA: metodologie e tecnologie abilitanti
Quali controlli implementare automaticamente a presidio dei rischi IVA: tipologie check, ruoli e periodicità

Dott. Rosario Farina
Anorc Professioni
Politecnico di Milano

Avv. Massimo Antonini
Socio
Chiomenti

Avv. Antonio Bana
Partner
Studio Legale Bana

Dott.ssa Elena Barbiani
Dottore Commercialista e Revisore Legale
Director – Tax Management Consulting
Studio Tributario e Societario Deloitte

Dott. Rosario Farina
Comitato Scientifico e Chief Digital Officer
Anorc Professioni
Componente Advisor Board
Osservatorio Fatturazione Elettronica & Ecommerce B2B
Politecnico di Milano

Dott. Marco Lio
Partner
Tax Risk Prevention
PwC TLS Avvocati e Commercialisti

Prof. Avv. Guglielmo Maisto
Associato di Diritto Tributario Internazionale Comparato
Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza
Maisto e Associati

Dott. Fabrizio Marcucci
Revisore Legale
Partner
Risk Advisory Deloitte

Dott. Aaron Meneghin
Head of Group Tax
Valentino

Dott. Giuseppe Nicosia
Head of Tax
Snam

Cons. Ciro Santoriello
Sostituto Procuratore
Procura della Repubblica di Torino

Dott. Antonio Veneruso
Responsabile Tax Department
Artsana

Dott. Stefano Zambelli
Equity Partner
Studio Tributario e Societario Deloitte

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include la consegna del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di sottoporre ai relatori quesiti di specifico interesse a mezzo chat. E’ altresì possibile anticipare domande e richieste di approfondimento inviando una email a asorba@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via email all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’intervento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT14V0503401017000000002530

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’intervento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo email info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro l’8 giugno si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019

Data

Inizio
29 Giugno ore 9:30
Fine
30 Giugno ore 18:00
ORARIO
09.00 – 09.30 Accesso alla piattaforma 09.30 – 13.30 14.30 – 18.00

INFO

Angela Siniscalchi
Telefono
011538686
Email
asiniscalchi@paradigma.it

ISCRIVITI

Condividi