Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

L’aggiornamento del Protocollo per il contrasto del COViD-19 negli ambienti di lavoro

  • Soggetti coinvolti
  • Manutenzione di documenti e prassi
  • Profili organizzativi
  • Responsabilità

I docenti, nel corso dell’evento formativo, risponderanno alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo info@paradigma.it

Evento in videoconferenza

20 maggio 2021

Contenuti dell’evento

Il 6 aprile scorso sono stati sottoscritti, tra le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro maggiormente rappresentative, il Commissario straordinario all’emergenza Covid e i Ministeri del Lavoro, della Salute e dello Sviluppo economico, il “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro”, che aggiorna e rinnova i precedenti accordi del 14 marzo e del 24 aprile 2021, e il “Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19 nei luoghi di lavoro”, che prevede la possibilità per i datori di lavoro, singolarmente o in forma aggregata, di manifestare la disponibilità ad attuare piani aziendali per la predisposizione di punti straordinari di vaccinazione in favore delle lavoratrici e dei lavoratori che ne abbiano fatto volontariamente richiesta.

I due protocolli sono stati adottati con il chiaro obiettivo di apprestare dei presidi sempre più efficaci di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alla pandemia in corso, con un coinvolgimento attivo dei datori di lavoro e una manutenzione complessiva delle misure finora adottate (accessi scaglionati, smart working, etc.), cui va ora ad aggiungersi l’importante strumento di prevenzione costituito dalla vaccinazione.

La finalità di rendere l’organizzazione delle attività sempre più idonea a minimizzare il rischio infezione, rischio che possiede la duplice valenza negativa di essere rischio per il lavoratore e per l’azienda ma anche rischio per la collettività, laddove la falla nel contenimento consentisse di portare all’esterno del sito produttivo nuovi principi di diffusione del contagio, può essere certamente conseguita in modo più agevole applicando prescrizioni normative e protocolli anzidetti, cui si aggiungeranno nuovi protocolli in fase di elaborazione per singoli settori in vista di una più ampia ripresa delle attività produttive. La stratificazione delle varie prescrizioni succedutesi nell’ultimo anno richiede nondimeno un particolare sforzo di attenzione

nel ricostruire gli obblighi e le indicazioni ancora vigenti e la loro opportuna contestualizzazione nella propria realtà operativa.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto agli Amministratori Delegati, ai Legal Counsel e agli addetti all’Area Legale, ai Responsabili della Produzione, ai Direttori del Personale, ai Responsabili delle Relazioni Sindacali, agli RSPP, agli RLS, nonché agli Avvocati e ai Consulenti operanti in ambito giuslavoristico, compliance 231 e penale.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è offrire una disamina quanto più possibile esaustiva dei temi indicati, mettendo a disposizione dei partecipanti gli elementi necessari per una valutazione complessiva degli aspetti giuridici e fattuali da considerare ai fini della ripresa “in sicurezza” delle attività produttive, e fornendo inoltre utili indicazioni per dirimere i principali dubbi operativi.

Giovedì 20 maggio 2021

La gestione del personale nel contesto emergenziale: l’aggiornamento del 6 aprile 2021 del “Protocollo anti COViD-19” sottoscritto dalle parti sociali, le più recenti prescrizioni normative, le problematiche operative più diffuse
La prosecuzione dello smart working emergenziale
Orari di lavoro, turnazione e accessi
Altre misure di gestione eccezionale
Morbilità e assenze dal lavoro in tempo di COViD-19
Considerazioni generali sull’esercizio dei poteri datoriali nel contesto emergenziale
Avv. Aldo Bottini
Toffoletto De Luca Tamajo e Soci

Gli obblighi del datore di lavoro ai sensi del T.U. in materia di sicurezza sul lavoro (D. Lgs. n. 81/2008) con specifico riferimento all’emergenza COViD-19
La posizione di garanzia del datore di lavoro nella prevenzione del contagio da COVID-19
I soggetti responsabili e la gestione del sistema delle deleghe nelle strutture complesse
I requisiti di efficacia della delega di funzioni
I requisiti soggettivi e quelli sostanziali
L’obbligo di vigilanza
Gli obblighi non delegabili
Il ruolo, nell’ambito della gestione dell’emergenza COViD-19, del “Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo di regolamentazione” del 14 marzo 2020 e successivi aggiornamenti
La formalizzazione delle attività: l’aggiornamento del DVR
Le risultanze di accertamenti svolti sul rispetto delle misure anti COViD-19
Avv. Mara Chilosi
Chilosi Martelli Studio Legale Associato

La valutazione, sul piano medico, del rischio quale cardine della prevenzione e l’importanza di un risk assessment specifico
L’inquadramento del rischio biologico da COViD-19
Il luogo di lavoro quale «occasione» di contagio
La valutazione degli specifici veicoli di contagio da COViD-19: il “droplet”
Gli elementi di valutazione ulteriori forniti, rispetto alle varianti, dalla Circolare del Ministero della Salute del 31/1/2021-“Aggiornamento sulla diffusione a livello globale delle nuove varianti SARSCoV-2, valutazione del rischio e misure di controllo”
Lo strumento di valutazione interattiva del rischio “OiRA”(Online interactive Risk Assessment) sviluppato dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) disponibile on line
Le misure collettive e individuali di prevenzione e protezione
Prof. Fabrizio Pregliasco
Università degli Studi di Milano

La vaccinazione del personale in assenza di un obbligo vaccinale generalizzato
Il piano vaccinale come facoltà del datore in assenza di un obbligo di legge
Gli obblighi del datore in seguito all’adesione al piano vaccinale
La gestione sul luogo di lavoro dei dipendenti che rifiutano il vaccino e le cautele del datore di lavoro
L’eccezione della vaccinazione obbligatoria per alcune categorie alla luce del D.L. n. 44 del 1° aprile 2021
Acquisizione e gestione di informazioni sulla posizione del lavoratore rispetto alla vaccinazione e limiti della normativa privacy
Avv. Annalisa Reale
Chiomenti

L’infezione del dipendente quale infortunio sul lavoro e la gestione del caso di contagio
Gli adempimenti immediati da assolvere in caso di contagio sul luogo di lavoro: interventi sui locali di lavoro; interventi sugli altri lavoratori dello stesso plesso e possibilità di richiedere la sottoposizione a test o tampone; interventi sul lavoratore infettato; obblighi di comunicazione; gestione del rientro a lavoro del dipendente
L’infezione del dipendente: perché infortunio e non malattia professionale
Soggetti destinatari della tutela
Ambito di applicazione oggettiva
Problematiche relative all’accertamento del nesso di causalità al verificarsi dell’evento lesivo
Orientamenti INAIL e riconoscimento della risarcibilità dell’infortunio sul lavoro anche per il dipendente che contrae il virus dopo aver rifiutato la vaccinazione
Gli adempimenti: il certificato di infortunio, la denuncia di infortunio
L’esonero da responsabilità civile del datore di lavoro
L’azione di regresso da parte dell’INAIL nelle ipotesi di illecito penale
Le conseguenze del contagio: malattia o decesso quali eventi del reato
Avv. Silvia Tozzoli
Legance Avvocati Associati

Contagi da COViD-19 e possibili riflessi in ambito di responsabilità amministrativa dell’ente ex D.Lgs. n. 231/2001
La responsabilità da reato dell’ente e i reati “presupposto” rilevanti sul piano della diffusione del Corona-virus
L’interesse o vantaggio dell’ente in caso di contagio da COViD-19
L’aggiornamento del modello ex D.Lgs. n. 231/2001
Il coordinamento tra DVR e modello ex D.Lgs. n. 231/2001
L’importanza dell’operato dell’Organismo di Vigilanza
Avv. Andrea Milani
Studio Legale Milani Avvocati Associati

Le trasferte di lavoro alla luce delle nuove regole europee sul “Certificato verde digitale” proposto dalla Commissione UE il 17 marzo u.s.
La Joint Opinion 04/2021 EDPB-EDPS del 31 marzo 2021 sulla proposta della Commissione UE
La bozza di Regolamento
L’impatto in termini di sicurezza e benessere dei lavoratori
Prof. Avv. Alessandro Del Ninno
LUISS Guido Carli di Roma
Studio Legale Tonucci & Partners

Avv. Aldo Bottini
Partner
Toffoletto De Luca Tamajo e Soci

Avv. Mara Chilosi
Partner
Chilosi Martelli Studio Legale Associato

Prof. Avv. Alessandro Del Ninno
Professore a Contratto di Informatica Giuridica
LUISS Guido Carli di Roma
Partner
Studio Legale Tonucci & Partners

Avv. Andrea Milani
Studio Legale Milani Avvocati Associati
Componente del Consiglio Direttivo AODV231

Prof. Fabrizio Pregliasco
Professore Aggregato di Igiene Generale ed Applicata
Università degli Studi di Milano
Direttore Sanitario
IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano

Avv. Annalisa Reale
Partner
Responsabile Dipartimento Diritto del Lavoro
Chiomenti

Avv. Silvia Tozzoli
Partner
Legance Avvocati Associati

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include la consegna del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di sottoporre ai relatori quesiti di specifico interesse a mezzo chat. E’ altresì possibile anticipare domande e richieste di approfondimento inviando una email a info@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via email all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’intervento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT14V0503401017000000002530

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’intervento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo email info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 29 aprile si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019