Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Responsabilità dei vertici aziendali per i reati ambientali e la sicurezza sul lavoro dopo la Legge n. 215/2021 e la sentenza n. 32899/2021

  • Efficacia della delega
  • Soggetti obbligati
  • Nuova posizione del Preposto
  • Formazione
  • Infortunio con violazione di norme antinfortunistiche
  • Responsabilità dell’ente
  • La colpa
  • Modello 231

I docenti, nel corso dell’evento formativo, risponderanno alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo mvcurbis@paradigma.it

Evento in videoconferenza

10 e 11 marzo 2022

Contenuti dell’evento

Appuntamento annuale per approfondire il tema della gestione del rischio penale nelle imprese e la responsabilità dei vertici aziendali qualora si verifichi la commissione di un reato in materia di sicurezza sul lavoro oppure un reato ambientale.

Le novità più rilevanti sono rappresentate dalla Legge 215/2021 che rafforza la normativa sulla sicurezza sul lavoro innalzando il livello complessivo delle tutele di prevenzione sostanziali.

Forte accento è posto sul contrasto al lavoro irregolare e sulla figura del preposto, per meglio specificare le funzioni attribuite allo stesso, che assume un ruolo centrale a fianco del datore di lavoro.

Altro tema cruciale è la formazione: obbligatoria, adeguata, specifica e periodica anche per il datore di lavoro.

Una riflessione sui temi dell’infortunio sul lavoro, violazione delle norme antinfortunistiche, colpa e dovere di diligenza, è necessaria alla luce dalle motivazioni della sentenza della Cassazione sulla cd. strage di Viareggio, che tocca anche il profilo della responsabilità dell’ente.

E’, quindi, fondamentale identificare i soggetti che possono incorrere nella responsabilità prevista dalle norme di riferimento e comprendere come, attraverso una corretta attribuzione delle deleghe di funzione e gestorie e un efficace Modello organizzativo, si possa ridurre o eliminare il rischio di imputabilità per i vertici, pur assicurando un elevato livello di sicurezza a tutela dei lavoratori.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai Responsabili della Sicurezza sul Lavoro, ai componenti dell’OdV, ai Responsabili dell’Ufficio Legale, ai Responsabili dell’Audit e della Compliance, ai componenti del Collegio Sindacale, nonché ai professionisti esterni alle società che prestano consulenza sulla materia.

Obiettivi dell’evento

L’incontro si propone di analizzare gli strumenti di protezione per le imprese e per i propri vertici, valutando i costi-benefici nell’adeguamento agli standard di sicurezza attualmente vigenti.

Prima giornata: giovedì 10 marzo

Delega di funzione e delega gestoria: efficacia e contenuti
Forma e sostanza della delega
I contenuti “necessari”
Effettività dei poteri decisionali e di spesa
Effetto esimente
Avv. Guglielmo Giordanengo
Studio Giordanengo Avvocati Associati

Il sistema dei soggetti obbligati in materia di sicurezza: compiti e doveri di garanzia
Identificazione dei soggetti responsabili: datore di lavoro; dirigente preposto; direttore di stabilimento; amministratore delegato e direttore generale; RSPP; lavoratori
Ruolo dell’Organismo di Vigilanza
Ruolo e responsabilità del Collegio Sindacale
Portata e limiti degli obblighi di garanzia
Avv. Marco Calleri
Studio Legale Associato Mucciarelli

La nuova posizione del preposto
La Legge n. 215/2021
I nuovi obblighi e le responsabilità penali
La formazione
Modalità di nomina
Il rapporto con il datore di lavoro e con il delegato
Avv. Francesco Sbisà
BonelliErede

La nuova disciplina in tema di formazione
La formazione anche per il datore di lavoro
Le nuove modalità di formazione e aggiornamento del preposto
Le novità in materia di formazione antincendio
Il contenuto della formazione e le modalità di erogazione
Le conseguenze in caso di inosservanza
Ing. Luca Boldrini
Studio Boldrini

La nozione di “infortunio sul lavoro” anche alla luce del caso sul disastro di Viareggio
La definizione di infortunio con violazione della normativa antinfortunistica
La giurisprudenza in tema di individuazione delle norme antinfortunistiche
Le novità della sentenza n. 32899/2021
Le conseguenze in tema di responsabilità degli enti
Prof. Avv. Daniele Piva
Università Roma Tre

Interesse e vantaggio nelle violazioni antinfortunistiche e responsabilità dell’ente
Le nozioni di interesse e vantaggio riferite alle violazioni antinfortunistiche
La giurisprudenza in tema di interesse e vantaggio
La richiesta di una violazione seriale delle disposizioni antinfortunistiche e le obiezioni
La possibile soluzione
Il comportamento abnorme del dipendente e la responsabilità dell’ente
Cons. Ciro Santoriello
Procura della Repubblica di Torino

 

Seconda giornata: venerdì 11 marzo

Lo statuto della colpa penale dopo la sentenza n. 32899/2021: la distinzione fra dovere di diligenza e diligenza doverosa
La sentenza sul disastro ferroviario di Viareggio: passi avanti della Cassazione nell’individuazione della diligenza doverosa
La natura modale delle regole cautelari penalmente rilevanti
Le posizioni di garanzia all’interno dei gruppi di società
La dimensione organizzativa e individuale dell’obbligazione di sicurezza
Prof. Avv. Francesco D’Alessandro
Università Cattolica del Sacro Cuore

Il Modello organizzativo per i reati in materia ambientale e sicurezza sul lavoro
Nuovi delitti ambientali: struttura e caratteristiche del Modello per la prevenzione dei reati ambientali
L’ente civilmente obbligato al recupero/ripristino dello stato dei luoghi inquinati
Il meccanismo delle prescrizioni estintive e le ricadute sull’ente
Il Modello organizzativo per i reati in materia di sicurezza sul lavoro
Rapporto tra Modello 231 e sistemi gestionali
Verifica da parte dell’OdV di un corretto sistema di gestione del rischio
Recenti indicazioni giurisprudenziali
Avv. Antonio Bana
Studio Legale Bana

Inquinamento ambientale e bonifiche: aspetti operativi e responsabilità
Bonifica e ripristino: i soggetti obbligati
Il ruolo dell’autore dell’inquinamento, del proprietario e del gestore del sito
La bonifica nella logica premiale
Il “nuovo” reato di omessa bonifica nella logica sanzionatoria
Profili di responsabilità per l’ente
Avv. Enrico Di Fiorino
Fornari e Associati

Le violazioni colpose in materia ambientale e antinfortunistica come reati presupposto dei delitti di riciclaggio. Le nefaste conseguenze del D.Lgs. n. 195/2021
La riforma del D.Lgs. n. 195/2021
Le conseguenze per la responsabilità dell’ente: verso un riciclaggio “colposo”?
L’argine (poco solido) rappresentato dall’elemento soggettivo dei delitti di riciclaggio
Le modifiche necessarie del MOG
Cons. Ciro Santoriello
Procura della Repubblica di Torino

Avv. Antonio Bana
Partner
Studio Legale Bana
Cultore della materia in Criminologia Clinica
Università degli Studi di Milano

Ing. Luca Boldrini
Studio Boldrini
Consulente Tecnico e Perito Tribunale di Varese
Coordinatore Gruppo Tecnico Dispositivi di Protezione AIAS

Avv. Marco Calleri
Senior Partner
Studio Legale Associato Mucciarelli

Prof. Avv. Francesco D’Alessandro
Ordinario di Diritto Penale
Università Cattolica del Sacro Cuore – Sede di Milano
Responsabile Dipartimento Litigation
Coordinatore Practice Area White Collar Crime & Investigations
Chiomenti

Avv. Enrico Di Fiorino
Partner
Fornari e Associati

Avv. Guglielmo Giordanengo
Partner
Studio Giordanengo Avvocati Associati
Docente a contratto di Diritto Penale Progredito
Università del Piemonte Orientale

Prof. Avv. Daniele Piva
Aggregato di Diritto Penale del Lavoro
Università Roma Tre

Cons. Ciro Santoriello
Sostituto Procuratore
Procura della Repubblica di Torino

Avv. Francesco Sbisà
Partner, Responsabile Dipartimento Penale
BonelliErede

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include l’invio del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di sottoporre ai relatori quesiti di specifico interesse a mezzo chat. E’ altresì possibile anticipare domande e richieste di approfondimento inviando una email a info@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali e le istruzioni di accesso. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via e-mail all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’intervento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT 14 V 05034 01017 000000002530

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’intervento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

È attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo e-mail info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.550 + Iva

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 18 febbraio si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria.

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019

Data

Inizio
10 Marzo ore 9:30
Fine
11 Marzo ore 13:30
ORARIO
09.15 – 09.30 Accesso alla piattaforma 09.30 – 13.30 14.30 – 18.00 prima giornata 09.30 - 13.30 seconda giornata

INFO

Veronica Spiez
Telefono
011538686
Email
vspiez@paradigma.it

ISCRIVITI

Condividi