Placeholder address.
info@paradigma.it
011 538686

Iniziative In Programma

Caricamento Eventi

Subappalto, penali, riserve e altre problematiche nell’esecuzione dell’appalto

  • Nuovo regime del subappalto
  • Vicende soggettive dell’appaltatore
  • Vicende del contratto

I docenti, nel corso dell’evento formativo, risponderanno alle domande e alle richieste di chiarimenti formulate dai partecipanti. Eventuali quesiti potranno essere anticipati inviando una email all’indirizzo info@paradigma.it

Evento in videoconferenza

20 e 21 ottobre 2021

Contenuti dell’evento

Nel corso dell’iniziativa verranno approfonditi alcuni degli aspetti di maggiore interesse della fase di esecuzione degli appalti pubblici.

L’ambito in questione sconta ancora l’assenza del regolamento attuativo, e continua a trovare la propria disciplina in una serie di fonti diverse: oltre al Codice dei Contratti Pubblici e al Codice Civile, necessari riferimenti sono le Linee Guida ANAC n. 3 sul RUP, il DM n. 49/2018 recante le “Linee Guida sulle modalità di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione” e i capitolati d’appalto, cui lo stesso DM demanda l’individuazione della disciplina da osservare per la gestione delle contestazioni su aspetti tecnici e delle riserve, introducendo così una significativa innovazione rispetto al previgente regime di cui al DPR n. 207/2010.

Rilevanti sono, sul piano della disciplina di rango primario, le novità già introdotte (D.L. n. 77/2021, convertito in L. n. 108/2021) e quelle in corso di approvazione (Legge “europea”, attualmente all’esame parlamentare) in materia di subappalto, che mirano a dare una definitiva risposta ai rilievi di incompatibilità tra normativa interna e disciplina eurounitaria dell’istituto formulati dalla Commissione UE e evidenziati altresì dalla Corte di Giustizia UE in importanti sentenze dell’ultimo biennio.

Di una certa importanza sono anche, per gli appalti sopra soglia, le novità introdotte nel 2020 dal D.L. n.76 (convertito in L. n. 120/2020) con riguardo alle cause di sospensione, nonché quelle relative alla generalizzata estensione applicativa del Collegio Consultivo Tecnico.

L’iniziativa dedicherà inoltre adeguato spazio all’approfondimento dei temi delle variazioni contrattuali, dell’applicazione delle penali e della loro rilevanza sulla complessiva moralità professionale dell’appaltatore, nonché degli elementi il cui ricorrere legittima la sospensione, la risoluzione o il recesso.

Costituiranno altresì oggetto di esame le competenze di RUP, Direttore dei Lavori e Direttore dell’Esecuzione, i controlli sull’esecuzione, le responsabilità dell’appaltatore e le peculiarità dei settori speciali in relazione alla fase esecutiva dell’appalto.

Destinatari dell’evento

L’evento formativo è rivolto ai Responsabili Gare, ai Responsabili dell’esecuzione contrattuale e agli Uffici Legali e Acquisti degli operatori economici; a tutte le stazioni appaltanti e in particolare ai loro Uffici Gare, Appalti e Approvvigionamenti, nonché ai loro Uffici Tecnici; a tutti i professionisti e consulenti che operano nell’ambito delle procedure a evidenza pubblica.

Obiettivi dell’evento

Obiettivo dell’incontro è fornire un quadro il più possibile ampio e dettagliato dell’esecuzione contrattuale degli appalti pubblici nel quadro normativo vigente.

Prima giornata
Mercoledì 20 ottobre 2021

Fonti normative e soggetti dell’esecuzione dell’appalto
Le attività ricomprese nell’esecuzione dell’appalto
La sede della disciplina (Codice appalti, Linee Guida ANAC, Regolamento, Codice Civile, contratto)
Le criticità più ricorrenti nella fase dell’esecuzione
Il giudice competente
Le peculiarità dell’esecuzione nei settori speciali
Avv. Marco Martinelli
Gianni & Origoni

La fase preliminare all’esecuzione
Lo stato dei luoghi
Le modalità e i tempi di consegna dei lavori
Le previsioni di cui agli artt. 4 e 5 del DM n. 49/2018 sui compiti di DL e RUP nella fase preliminare
La consegna anticipata
La sospensione della consegna dei lavori
Gli effetti della consegna
Il verbale di consegna
La consegna di materiali da un esecutore a un altro
L’avvio dell’esecuzione nei contratti di servizi e forniture (art. 19 DM n. 49/2018)
Avv. Marco Martinelli
Gianni & Origoni

Il subappalto: la nuova disciplina introdotta dal D.L. n. 77/2021 (e dalla relativa legge di conversione, n. 108/2021)
I limiti generali all’apporto di terzi in sede di esecuzione dell’appalto, alla luce del nuovo primo comma dell’art. 105
Il rovesciamento dell’impostazione finora seguita dal legislatore interno: l’individuazione delle prestazioni di necessaria spettanza dell’aggiudicatario dell’appalto quale nuovo “criterio guida”, in luogo dei tetti predeterminati
Il c.d. subappalto “qualificante”
Congruità del costo della manodopera, nuovo DURC di congruità e giurisprudenza degli ultimi anni in tema di congruità (e conseguente affidabilità) dell’offerta anche con riferimento ai costi della manodopera dei subappaltatori
La responsabilità solidale di contraente principale e subappaltatore, nei confronti della stazione appaltante, in relazione alle prestazioni oggetto del contratto di subappalto
La permanenza della responsabilità esclusiva del contraente principale in caso di concessione (art. 174, c. 5, Codice appalti)
Profili residui di incompatibilità tra normativa interna e normativa eurounitaria in materia di subappalto
Prof. Avv. Francesco Cardarelli
Università di Roma Foro Italico

L’autorizzazione al subappalto e le comunicazioni alla stazione appaltante relative a tutti i sub-contratti non costituenti subappalto
L’obbligo di deposito del contratto di subappalto: tempistiche, contenuti del contratto, allegati previsti dall’art. 105 c. 7 Codice appalti
Le (residue) condizioni di autorizzabilità del subappalto (art. 105 c. 4 Codice appalti), a seguito della prossima soppressione delle lettere a) e d) ad opera della “Legge europea” per il 2020 (che modificherà altresì la lettera b)
Le comunicazioni dell’appaltatore alla stazione appaltante riguardanti i sub-contratti che non sono subappalti: tempi e contenuti
I controlli sul personale impiegato nell’appalto (nell’ambito dei poteri di verifica del rispetto degli obblighi dell’esecutore e del subappaltatore di cui agli artt. 7 e 20 del DM n. 49/2018)
Il personale del subappaltatore e il problema delle “attività comunque espletate” ai fini della determinazione del valore della manodopera
Il personale impiegato in forniture con posa in opera e noli a caldo
I controlli sul rispetto, da parte di subappaltatori e subcontraenti, della parte di prestazioni ad essi affidata e la certificazione delle prestazioni eseguite
L’intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienze retributive e contributive
Prof. Avv. Francesco Cardarelli
Università di Roma Foro Italico

Le variazioni contrattuali e le proroghe
Il principio generale del divieto di introdurre varianti
Lo ius variandi della stazione appaltante e i suoi limiti. Le regola del “de minimis”
Variazioni contrattuali e COViD-19
La proroga del contratto e la proroga del termine di esecuzione
Proroghe tecniche e relativo abuso: la Delibera ANAC n. 576/2021
Gli obblighi di trasmissione all’ANAC delle varianti e il rischio di contestazione di falso ideologico
Avv. Adriano Cavina
P&I – Studio Legale Guccione e Associati

Vicende soggettive dell’appaltatore in corso di esecuzione
L’evenienza della cessione o dell’affitto del ramo di azienda
Le casistiche riguardanti l’impresa sottoposta a procedura concorsuale, anche alla luce dell’art. 110 del Codice appalti così come riformulato dal D. Lgs. n. 14/2019 (entrato in vigore il 1° settembre 2021)
I casi di misure straordinarie di gestione delle imprese nell’ambito della prevenzione della corruzione
Le ipotesi di impresa sottoposta ad amministrazione giudiziaria ex art. 34 Codice antimafia o al controllo giudiziario ex art. 34-bis dello stesso Codice
Avv. Adriano Cavina
P&I – Studio Legale Guccione e Associati

 

Seconda giornata
Giovedì 21 ottobre 2021

Il Direttore dei Lavori e il Direttore dell’Esecuzione
L’individuazione del Direttore
La peculiarità valevole per gli appalti di servizi e forniture (coincidenza con il RUP)
L’azione attraverso ordini di servizio
Le responsabilità del Direttore dei Lavori/Direttore dell’Esecuzione verso la stazione appaltante
I coadiutori del Direttore dei Lavori
Il controllo amministrativo contabile
Gli altri ambiti dell’attività di controllo
Il collaudo e la verifica di conformità
Avv. Simone Cadeddu
Bird & Bird

L’esecuzione del contratto nel rispetto degli obblighi di sicurezza vigenti
Le previsioni in materia di sicurezza nel D. Lgs. n. 81/2008 e nel D. Lgs. n. 50/2016
Casi nei quali è previsto il PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento)
“Costi” e “oneri” relativi alla sicurezza: chiarificazioni terminologiche
L’obbligo in capo all’appaltatore di corrispondere alle imprese subappaltatrici i costi della sicurezza senza alcun ribasso
Avv. Simone Cadeddu
Bird & Bird

La sospensione dei lavori e la pretesa tassatività delle cause di sospensione per gli appalti sopra soglia fino al 31 dicembre 2023
Fattori capaci di dar luogo a sospensione
Ruolo del RUP
Ruolo del Collegio Consultivo Tecnico rispetto alle ipotesi di sospensione
Soluzioni contemplate per il superamento dell’impasse
Impossibilità di invocare l’inadempimento della controparte o di altri soggetti per sospendere l’esecuzione dei lavori di realizzazione dell’opera ovvero le prestazioni connesse alla sua tempestiva realizzazione
Prof. Avv. Alessandro Botto
LUISS Guido Carli

Il corrispettivo e le penali
L’anticipazione del prezzo
La previsione di cui all’art. 207 D.L. 34/2020 e i chiarimenti giurisprudenziali (TAR Lombardia-Milano, Sent. n. 1052/2021)
La revisione dei prezzi
I premi di accelerazione
Il ritardo nei pagamenti
Pagamenti e verifica della regolarità contributiva
Le penali contrattuali e la relativa applicazione
Le Linee Guida ANAC n. 6 e le implicazioni delle penali al di là della singola vicenda contrattuale in cui sono inflitte
Prof. Avv. Alessandro Botto
LUISS Guido Carli

Le riserve
Le previsioni in materia di riserve contenute nel DM n. 49/2018: il rimando al capitolato d’appalto quale sede deputata a definire la disciplina “per la gestione delle contestazioni su aspetti tecnici e delle riserve”
Le disposizioni da inserire nel capitolato d’appalto
Quando l’appaltatore può iscrivere le riserve
L’accordo bonario
Le riserve non soggette ad accordo bonario immediato
La natura del provvedimento sulle riserve
La transazione
L’arbitrato
Il Collegio Consultivo Tecnico
Prof. Avv. Arturo Cancrini
Università di Roma Tor Vergata

Le responsabilità dell’appaltatore
L’esecuzione dell’opera a regola d’arte, il livello di diligenza richiesto e gli obblighi connessi
La responsabilità verso i terzi
Possibili ipotesi di esclusione o di riparto della responsabilità
La responsabilità dell’appaltatore verso la stazione appaltante per il fatto del subappaltatore
La garanzia per vizi di cui all’art. 1667 c.c.
I rimedi esperibili ai sensi dell’art. 1668 c.c.
La responsabilità per i beni immobili di lunga durata ai sensi dell’art. 1669 c.c.
La responsabilità per vizi imputabili ad errori di progettazione o direzione dei lavori
Avv. Filippo Casadei
Studio Legale Cancrini & Partners

Prof. Avv. Alessandro Botto
Docente di Diritto dei Contratti Pubblici
LUISS Guido Carli di Roma
Legance Avvocati Associati

Avv. Simone Cadeddu
Bird & Bird

Prof. Avv. Arturo Cancrini
Professore Aggregato di Legislazione Opere Pubbliche
Università di Roma Tor Vergata
Studio Legale Cancrini & Partners

Prof. Avv. Francesco Cardarelli
Ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico
Università di Roma Foro Italico
Studio Legale Lattanzi Cardarelli Avvocati

Avv. Filippo Casadei
Studio Legale Cancrini & Partners

Avv. Adriano Cavina
P&I – Studio Legale Guccione e Associati

Avv. Marco Martinelli
Gianni & Origoni

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in aula virtuale (diretta streaming) include la consegna del materiale didattico in formato elettronico e la possibilità di sottoporre ai relatori quesiti di specifico interesse a mezzo chat. E’ altresì possibile anticipare domande e richieste di approfondimento inviando una email a info@paradigma.it entro il giorno antecedente l’evento.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Modalità di funzionamento della videoconferenza

E’ possibile accedere all’aula virtuale da qualsiasi luogo, utilizzando il proprio PC o tablet con una semplice connessione a Internet. La piattaforma informatica utilizzata da Paradigma (Adobe Connect) non necessita di requisiti tecnici particolari.

Nei giorni antecedenti l’evento il partecipante riceverà per posta elettronica le credenziali, le istruzioni di accesso e un test per verificare che la postazione da cui accede sia correttamente impostata. Il giorno dell’evento sarà sufficiente selezionare il link che troverà nella mail e inserire le credenziali per accedere all’aula virtuale.

Durante gli interventi, oltre a vedere e sentire i docenti, è possibile consultare simultaneamente la documentazione predisposta dal relatore. Ogni utente collegato potrà porre domande sulle tematiche affrontate a mezzo chat, alle quali il docente risponderà nel corso dell’intervento.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si perfeziona al momento del ricevimento del modulo di registrazione, da inviare via email all’indirizzo info@paradigma.it, integralmente compilato. Il numero dei collegamenti disponibili è limitato e la priorità d’iscrizione è determinata dalla data di ricezione del modulo di registrazione. Si consiglia pertanto di effettuare una preiscrizione telefonica.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione deve essere versata all’atto della presentazione della richiesta di iscrizione e, in ogni caso, prima dell’effettuazione dell’intervento formativo, tramite bonifico bancario intestato a:

Paradigma Srl – Corso Vittorio Emanuele II, 68 – 10121 Torino
c/o Banco BPM Spa
IBAN IT14V0503401017000000002530

Formazione finanziata

La quota di partecipazione può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendicontazione. La possibilità di accedere alla formazione finanziata con partecipazione mediante videoconferenza può variare a seconda dell’Ente erogante.

Attestato di frequenza

L’attestato di partecipazione nominativo sarà inviato al termine dell’intervento formativo ai partecipanti che si sono regolarmente collegati all’aula virtuale.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

E´ attribuita ai partecipanti la facoltà di recedere ai sensi dell’art. 1373 c.c. Il recesso dovrà essere comunicato in forma scritta almeno sette giorni prima della data di inizio dell’evento formativo (escluso il sabato e la domenica). Qualora la disdetta pervenga oltre tale termine o si verifichi di fatto con il mancato collegamento alla videoconferenza, la quota di partecipazione sarà addebitata per intero e sarà inviato al partecipante il materiale didattico. In qualunque momento l’azienda o lo studio potranno comunque sostituire il partecipante, comunicando il nuovo nominativo alla nostra Segreteria organizzativa.

Variazioni di programma

Paradigma, per ragioni eccezionali e imprevedibili, si riserva di annullare o modificare la data dell’intervento formativo, dandone comunicazione agli interessati entro tre giorni dalla data di inizio prevista. In tali casi le quote di partecipazione pervenute verranno rimborsate, con esclusione di qualsivoglia onere o obbligo a carico di Paradigma. Paradigma si riserva inoltre, per ragioni sopravvenute e per cause di forza maggiore, di modificare l’articolazione del programma e di sostituire i docenti previsti con altri docenti di pari livello professionale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa al numero 011.538686 o all’indirizzo email info@paradigma.it.

Quota aula

Quota videoconferenza

€ 1.100 + Iva una giornata
€ 2.050 + Iva due giornate

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato.

Early booking -20%
Inviando il modulo di iscrizione entro il 29 settembre si avrà diritto a una riduzione del 20% sulla quota di partecipazione.

Progetto Giovani Eccellenze -50%
L’adesione all’evento formativo permette di iscrivere una seconda risorsa, che non abbia compiuto il 30° anno di età e proveniente dalla stessa organizzazione, con una riduzione del 50% sulla seconda quota di partecipazione. L’agevolazione è calcolata sulla quota ordinaria

Formazione finanziata
La quota di partecipazione all’iniziativa può essere completamente rimborsata tramite voucher promossi dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Paradigma offre la completa e gratuita gestione delle spese di progettazione, monitoraggio e rendiconto.

Mercati elettronici della PA
Paradigma opera sul MePA e sui principali mercati elettronici di soggetti aggregatori e centrali di committenza.


I campi con (*) sono obbligatori

Dati relativi all'evento

Dati relativi al richiedente

Dati per eventuale partecipante under 30

Dati per la fatturazione elettronica

  Split Payment:
Si
No

Per informazioni contattare


L'iscrizione all'evento formativo si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Paradigma Srl, del presente modulo di registrazione compilato in ogni sua parte, stampato, firmato e inviato via e-mail all'indirizzo info@paradigma.it. Riceverete via email conferma dell'avvenuta iscrizione.


I dati forniti a Paradigma Srl sono raccolti e trattati, con modalità anche informatiche, esclusivamente per evadere la Sua richiesta di partecipazione all’intervento formativo e svolgere le attività a ciò connesse. I dati potranno essere trattati, per conto di Paradigma Srl, da dipendenti e collaboratori incaricati di svolgere specifici servizi necessari all’esecuzione delle Sue richieste. Il conferimento dei suoi dati, pur essendo facoltativo, si rende necessario per l’esecuzione del servizio richiesto. Solo in caso di Sua autorizzazione i dati saranno inoltre conservati e trattati da Paradigma Srl per effettuare l’invio di materiale informativo relativo a prossime iniziative di Paradigma Srl. Lei potrà esercitare i diritti sanciti agli artt. 15 – 22 del Regolamento (UE) 2016/679 inviando una richiesta scritta a Paradigma Srl con sede in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 68, tel. 011.538686, fax 011.5621123. Letta l’informativa, acconsente all’utilizzo dei dati inseriti nel presente modulo per l’invio del materiale informativo?
Mod. 3.4 Rev. 3 del 23/11/2019